Visite ai rifugi e memoria delle vittime dei bombardamenti

Stampa Home
Articolo pubblicato il 28/05/2016 alle ore 09:15.
Visite ai rifugi e memoria delle vittime dei bombardamenti 3
Il rifugio del "Palazzo Ina" oggi aperto per le visite

Oggi con "Tracce di guerra" sarà possibile visitare due rifugi antiaerei della città in piazza Cavour e quello "inedito" di Via Veneto, particolare perché dotato di porte a tenuta stagna ed era l'unico, per il pubblico, a prova anche di attacco chimico. Alle 11,02 in punto in piazza Cavour risuonerà la sirena che terrorizzava i vercellesi proprio nel giorno del tragico bombardamento del 28 maggio 1944. Ieri sera grande successo al museo Leone per la proiezione del filmato di Teses e domani gran finale con visita alla Torre Civica e conferenza al Museo Leone, dove, ricordiamo è ancora allestita la mostra documentaria sul periodo bellico.

Ricordiamo  che l'evento, che sta ottenendo il successo previsto, è promosso dalla "Rete", con il Museo Leone e altre realtà cittadine e curato da Maurizio Roccato.

Ecco il programma di questi due giorni conclusivi.

Oggi, sabato 28 maggio dalle 10 alle 18 si potranno visitare i rifugi antiaerei di via Vittorio Veneto e quello di piazza Cavour. La stessa piazza ospiterà inoltre un raduno di mezzi militari d’epoca. Il momento più solenne alle ore 11,02, quando, con il lugubre suono originale degli allarmi, sarà commemorato il bombardamento del 28 maggio 1944, in cui persero la vita 19 persone e oltre 90 furono ferite. Saranno esposte le sirene antiaeree, ora restaurate.
Domenica 29 maggio altro appuntamento unico: per la prima volta dal medioevo, la Torre Civica di via Gioberti aprirà le porte al pubblico. Dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18, infatti, la torre, da cui urlava una delle sirene degli allarmi anti aerei, ed ospiterà documenti, tavole e fotografie legate alla storia della puù antica costruzione civile oggi esistente in città. 
E della mitica torre si parlerà alle 16,30 al museo Leone, in una conferenza con relatori Giovanni Ferraris (presidente della Società Storica Vercellese), Silvia Mariolino (responsabile dei recenti restauri del 2015), Daniele Roccato e Pier Giuseppe Dellavalle, restauratori del sistema di allarme anti aereo della torre civica.
Tutti appuntamenti gratuiti e senza bisogno di prenotazione. 
Una ulteriore dimostrazione di un metodo di lavoro coinvolgente, che mette insieme ingegni e associazioni cittadine senza alcun secondo fine al di là della reale valorizzazione della nostra storia, in modo accattivante.

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport