VERCELLI: rapinano ambulante. Arrestati dopo inseguimento

Stampa Home
Articolo pubblicato il 25/08/2016 alle ore 16:44.
VERCELLI: rapinano ambulante. Arrestati dopo inseguimento 3
Immagine di repertorio

Il 23 agosto, in Vercelli, i militari del Nucleo Investigativo del locale Reparto Operativo ed i colleghi dell’Aliquota Radiomobile del N.O.R. della Compagnia arrestavano i cittadini iraniani A.A. 24enne, N.S. donna 51enne ed N.P. 55enne, gravato da pregiudizi penali per reati contro il patrimonio, tutti in Italia senza fissa dimora, perché responsabili, in concorso tra loro, di rapina aggravata in danno di un cittadino pakistano 27enne, commerciante ambulante di accessori per telefoni cellulari e residente in provincia di Milano. Alle 20:10 circa del 22 agosto, i militari del Nucleo Investigativo venivano sorpassati da una Mercedes di colore grigio con targa inglese che procedeva ad elevata velocità nell’abitato di Vercelli. Insospettiti dalla manovra, i militari si ponevano all’inseguimento dell’auto che, proseguendo lungo la via Torino, notava la presenza di un’autoradio dell’Aliquota Radiomobile del N.O.R. intenta ad effettuare un posto di controllo all’altezza della ditta “Caterpillar” e quindi imboccava repentinamente la via Bainsizza, arrestando la marcia in quanto si trattava di una strada senza uscita. Contestualmente sopraggiungevano i militari del Nucleo Investigativo ed i colleghi dell’Aliquota Radiomobile del N.O.R. che bloccavano i due uomini discesi dalla Mercedes, identificandoli nei cittadini iraniani A.A. ed N.P.. Poco dopo, giungeva sul posto anche un Finanziere Scelto, effettivo alla locale Compagnia della Guardia di Finanza, il quale riferiva che, mentre si trovava nel parcheggio del centro commerciale “Carrefour” intento a caricare la spesa in auto, aveva notato che un uomo, uscito dal centro commerciale, stava tentando di bloccare una Mercedes di colore grigio agganciandosi alla vettura ma era stato scaraventato a terra e che nel contempo un addetto alla vigilanza era riuscito a fermare una donna straniera nei pressi dell’uscita del centro commerciale. Pertanto, tenuto conto delle indicazioni fornite, i militari dell’Aliquota Radiomobile si recavano presso il centro commerciale “Carrefour” ove prendevano in consegna la cittadina iraniana fermata, invitando altresì in caserma il commerciante pakistano, il quale denunciava che, con il pretesto di chiedergli informazioni circa la presenza di un cambiavaluta, i tre iraniani gli chiedevano di visionare delle banconote italiane per capire come fossero fatte e, distraendolo, riuscivano ad impossessarsi della somma contante di 410,00 euro in banconote di vario taglio. Subito dopo aver constatato l’ammanco della citata somma di denaro, il derubato si poneva all’inseguimento dei due uomini i quali, saliti a bordo della Mercedes di colore grigio, avevano bruscamente accelerato inducendolo a lasciare la presa della portiera e facendolo rovinare a terra, cagionandogli alcune lesioni. La successiva perquisizione personale dei tre iraniani consentiva di rinvenire e sequestrare diverse banconote straniere, nonché 13 banconote da 20,00 euro, provento della rapina perpetrata in danno del commerciante pakistano che, visitato presso il pronto soccorso dell’ospedale di Vercelli, veniva riscontrato affetto da contusioni alle mani ed al ginocchio sinistro, successivamente medicato e dimesso con una prognosi di sette giorni. Gli arrestati, espletate le formalità di rito, venivano infine associati alla Casa Circondariale di Vercelli a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport