Tremate son arrivate le streghe (postmoderne)

Stampa Home
Articolo pubblicato il 01/05/2016 alle ore 11:04.
Tremate son arrivate le streghe (postmoderne) 3
Tre delle autrici con Matteo Bertone

La scrittrice Olivia Balzar, che ogni settimana dalle colonne di Notizia Oggi, ci incuriosisce e stimola ogni settimana proponendoci tre libri da leggere, questa volta era dall’altra parte della barricata... Lo scorso venerdi alla libreria Mondadori, per parlare di un’antologia, insieme alle colleghe Ilaria Palomba e Tamara Cascioli. Parliamo di «Streghe Postmoderne» (AlterEgo Edizioni, 2016). A fare il terzo grado alle tre ragazze in nero lo scrittore Matteo Bertone. Grazie a questa sorta di “talk-show”, oltre a conoscere la “cosa più cattiva” combinata dalle tre autrici, è stato possibile scoprire e anche acquistare, rigorosamente con dedica,  la raccolta di racconti e disegni, volta «a ripensare la femminilità attraverso l’archetipo del mistico, misterico, magico e surreale. Fiabe postmoderne, a tratti surrealiste, a tratti horror, che ben poco hanno a che fare con la visione della donna come creatura fragile e passiva. Qui si liberano i demoni, invidia, gelosia, preveggenza, presagio, potenza femminea. Accanto ai racconti, alcune originali artiste: Natascia Raffio (per il racconto di Giorgia Mastropasqua), Madame Decadent (per il racconto di Lié Larousse), Helbones (Per il racconto di Olivia), Alix Rodriguez (per il racconto di Ilaria Palomba), Tamara Cascioli (per il racconto di Flavia Ganzenua).
“Le cose buone fanno male” è il racconto di Olivia, il più horror della raccolta. «I temi centrali sono la vendetta, la gelosia e la lucida follia. La protagonista è una signora di mezza età, un vero angelo del focolare che si trasforma in una donna crudele per difendere le apparenze di una vita perfetta».
Che brividi! Il libro può essere acquistato nella libreria vercellese oppure:

http://www.alteregoedizioni.it/streghe-postmoderne.

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport