TOTOCOMMESSI: Elisabetta Cafaro di "Insolito"

Stampa Home
Articolo pubblicato il 03/08/2016 alle ore 15:41.
TOTOCOMMESSI: Elisabetta Cafaro di "Insolito" 2
Elisabetta Cafaro con l'urna di Totocommessi in negozio

Oggi vi presentiamo Elisabetta Cafaro, simpatica reginetta del negozio “Insolito” di via Verdi 12, la quale con grande entusiasmo e voglia di vincere ha scelto di mettersi in gara per aggiudicarsi il premio di migliore commessa dell’anno.

Tre aggettivi per definirti:

Solo tre?!?! Bhè di sicuro sono estremamente pignola e attenta ai dettagli, solare e intraprendente al punto giusto. All'apparenza posso passare per arrogante e strafottente ma in realtà, e chi mi conosce bene lo può confermare, sono una persona buona, forse un po' spigolosa ma sincera e altruista.

Se vincessi 10 milioni di euro, cosa compreresti per prima cosa?

Magari!!! Purtroppo non sono molto fortunata al gioco, però sognare è gratis quindi... Se vincessi 10 milioni di euro comprerei una bella casa per la mia mamma e una macchina del tempo per aggiustare alcuni momenti della mia vita.

Cosa ti dicono più spesso?

Mi dicono che dovrei rilassarmi e fermarmi un pochino. Effettivamente sono sempre di corsa, sono una persona che programma tutto, e devo avere sempre tutto sotto controllo. Non mi fermo mai e anche quando ci provo, non ci riesco, mi balena in testa qualcosa da fare e ricomincio a correre.

Il giorno più bello della tua vita?

Al momento sono due. Uno è di sicuro il giorno del mio matrimonio. E’ stato un sogno che si è avverato ed è stato, nella sua semplicità, perfetto. E’ stato faticoso ma allo stesso tempo un'emozione continua, dai preparativi al giorno stesso, e se potessi mi risposerei ogni giorno!!! Il secondo, assistere alla nascita della mia nipotina e tagliarle il cordone: non ho dormito tre notti dall'adrenalina e da tanta emozione.

Ti piace cucinare?

Tantissimo e penso di cavarmela abbastanza bene. Mi piace cucinare risotti e dolci; adoro sperimentare e creare nuove ricette. Ah poi i miei hamburger sono esplosivi!!! Mi piace anche cucinare piatti tradizionali di altri paesi; me la cavo con messicano e marocchino. Poi cucinare per famiglia e amici mi diverte da morire, fosse per me inviterei ogni sera qualcuno a cena!!

Quanto tempo dedichi ai social network?

Non saprei quantificare, a seconda del tempo libero che ho ne passo più o meno sui social. La sbirciatina quotidiana alla pagina facebook ovviamente c'è sempre; mi piace postare frasi e video divertenti, non sono una ficcanaso, mi faccio parecchio i fatti miei... ovvio che se mi capita qualche scoop sotto gli occhi non posso non notarlo!!! Poi, da quando lavoro ad Insolito, e sono amministratore della pagina facebook lo guardo un po' di più, condividendo allestimenti, vetrine e promozioni.

Cosa ti piace fare nel tempo libero?

Dormire. Penso che nella mia vita precedente fossi un ghiro!!! Dormire per ore ed ore se le giornate fossero più lunghe e io avessi tempo libero.

Se ti dico ricordo, a cosa pensi?

Al mio papà. A tutti i momenti con lui, dalle vacanze al mare, ai suoi sorrisi, ai discorsi di politica e di calcio, ai suoi meravigliosi occhi azzurri. Mi manca tantissimo.

Che cos’è per te la libertà?

La libertà, di qualunque tipo sia, è un diritto che dobbiamo far rispettare dagli altri e che dobbiamo rispettare noi stessi. Siamo un popolo fortunato, in quanto siamo in un paese con tutte le libertà esistenti e come con tutte le cose, quando se ne ha troppa si tende ad esagerare e ad incattivirci. Dovremmo essere tutti forse un po' più razionali e pensare di più a ciò che ci sta attorno. Siamo liberi di amare chi vogliamo, di dire e scrivere ciò che pensiamo, di vivere come vogliamo però, tutto ciò dev'essere fatto nella maniera più “pulita” ed onesta che si conosca e pensare di non fare agli altri ciò che non vorresti fosse fatto a te.

Qual è la tua serata tipo?

Le cose migliori sono le più semplici. Non mi importa molto del luogo ma della compagnia. Cena con amici, un buon mojito e quattro chiacchiere... cosa desiderare di più!!!

Cosa cambieresti di te?

Di sicuro il fatto che non so mai dire di no. Nonostante i mille impegni e il poco tempo non riesco a rifiutarmi anche alle richieste dell'ultimo minuto. Ho imparato che purtroppo le persone sincere e di parola sono poche e che soprattutto bisogna imparare a cavarsela da soli... alla fine chi fa da sé fa per tre!!!



Qual è il tuo libro preferito, il più bello che hai letto?

Sono sincera, dopo tutti i libri che ho letto e studiato all'università non sono una gran lettrice. Mi definisco una lettrice estiva, una di quelle che all'aeroporto fa scorta di libri, cruciverba e giornali. I libri che ho letto e riletto sono “Ragazze di Riad” di Rajaa Alsanea e i libri di Giulia Carcasi. Il primo narra di quattro giovani studentesse universitarie, di famiglie ricche e privilegiate, alla ricerca del vero amore... a Riad, capitale dell'Arabia Saudita. Invece Giulia Carcasi è una giovane ragazza romana che scrive di amori ai giorni nostri e dei rapporti conflittuali con i genitori.

Sei appassionata di film?

Appassionata è un parolone, però mi piace andare al cinema o stare semplicemente a casa a godermi un bel film con mio marito mangiando pop corn e schifezze varie. I miei film preferiti sono Top Gun in primis, Bounce e Pearl Harbor; li ho visti talmente tante volte che so le battute a memoria!!!Mi piacciono tantissimo i film di guerra e strategici... sarà uno strascico dei miei studi universitari!!!

Ti piace viaggiare?

Da impazzire, fosse per me sarei sempre con la valigia in mano!!! Sono stata fortunata e ho visitato parecchi posti e, ancora più fortunata, perchè ho mille parenti in giro per il mondo. Sono stata più volte in Egitto, Tunisia, Marocco, Barcellona è la mia seconda città (l'ho visitata più di dieci volte), ho visitato Parigi, Monaco di Baviera, il sud della Spagna e poi un super viaggio di nozze tra Florida, Caraibi, Antille, Isole Vergini e Bahamas. Se devo consigliare una meta per un weekend romantico e da sogno di sicuro Marrakech; è incantevole con la sua anima magica, proprio da Mille e una notte.

Quante lingue parli?

Due. Studio inglese dalla tenera età di 5 anni e spagnolo. Mi sarebbe piaciuto studiare altre lingue ma il tempo è davvero poco, però non escludo che possa farlo in futuro.

Qual è l’ultimo viaggio che hai fatto all’estero?

L'ultimo in assoluto è stato l'inverno scorso e sono stata a Marsa Alam in Egitto. Era una zona dell'Egitto che mi mancava e devo dire che come vacanza rilassante non è stata niente male.

Ti piace il tuo lavoro?

Ormai sono passati 16 anni dal mio primo contratto e penso che se faccio ancora questo lavoro è perchè ho trovato la mia vocazione. Ho fatto altri lavori, forse anche più comodi e meno stressanti e faticosi ma nulla ti dà la soddisfazione come quella di una commessa che fa una vendita e, instaurando quella confidenza e reciproca fiducia con il cliente, ne soddisfa le esigenze.

Perché dovrebbero votarti al toto commessi?

Perchè chi mi ha vista all'opera sa che amo il mio lavoro e nonostante le difficoltà non mi lascio abbattere. Il mondo del commercio è un mondo difficile dove i rapporti umani sono pressochè inesistenti e, in fondo, non si è che un numero tra tanti. La cosa che mi rende orgogliosa di questa professione è sapere che ad alcuni clienti ho lasciato qualcosa di mio, nel cuore e che li spinge anche solo a passare in negozio per un saluto, o che si complimentano per il tuo operato, quando poi non hai fatto nulla di che, se non il tuo lavoro.

Qual è il valore che conta più nella tua vita?

Il rispetto. Non ammetto mancanze di rispetto in generale, in nessun rapporto. Ho ricevuto un'educazione molto particolare; essendo la più piccola di quattro figli, con genitori con qualche anno in più e fratelli con quasi una generazione di differenza è stato, a volte, difficile farmi capire dai miei coetanei. Quello che per me era consuetudine per altri era “infanzia infelice”.

Qual è il tuo motto?

Non ho un solo motto, diciamo che a seconda del periodo e delle situazioni ho un pensiero di vita. Quelli che però effettivamente mi caratterizzano di più sono senza dubbio “Se non uccide fortifica” (da cui un mio tatuaggio) e  “Se semini vento raccogli tempesta”. Sono molto radicale nei rapporti umani, bianco o nero, amore o odio e diciamo che quando qualcuno mi fa del male non sono molto propensa al perdono. Mi intestardisco parecchio e più so di essere nel giusto e più vado avanti come un treno. Ripeto, all'apparenza questo mio lato del carattere può essere mal visto ma poi, quando mi si conosce, ci si rende conto che poi non sono così male!

Ti piacciono i tatuaggi?

No, ma va... ne ho solo sei!!! E  ogni volta che ne faccio uno dico che sarà l'ultimo. Ovviamente ne ho in mente altri due/tre!!! Ognuno dei miei tatuaggi ha un significato ben importante. I più belli di sicuro sono il nome della mia nipotina, il cuoricino per il mio papà e la scritta “C'est la vie” quando il destino mi ha donato l'amore della mia vita.

L’amicizia è…?

L'amicizia è un filo sottile che lega due o più persone, che vicine o lontane, da mesi o da anni condividono ogni emozione, bella o brutta che sia, e assieme sanno trasformare lacrime in sorrisi. Le mie migliori amiche si contano su una mano e, su di loro, so di poter sempre contare, sono quelle che sanno cosa mi piace e cosa non sopporto, quelle che mi danno consigli e sanno come farmi ridere, quelle che dal solo tono della mia voce capiscono come sto e di cosa ho bisogno.

Se dovessi andare a mangiare fuori, preferisci street food, ristorante o pizzeria?

Dipende dall'occasione. Mi piace tantissimo la pizza ma ogni tanto la cenetta romantica al ristorante ci sta. Adoro lo street food e sono una sushi dipendente. Diciamo che mangio di tutto, non sono un palato raffinato, anzi sono una buona forchetta.

Ti piacerebbe sposarti ed avere figli?

Sono felicemente sposata da quasi due anni e direi che ci sono tutti i presupposti per allargare la famiglia; ovviamente nel nostro futuro ci saranno dei bambini, non vediamo l'ora che arrivi un piccolo pargoletto.

Hai dei rimpianti?

Si, purtroppo aver creduto a persone che poi si sono rivelate cattive, false e ipocrite. Non mi piace pensare alle persone come a mezzi per ottenere qualche fine... purtroppo qualcuno l'ha fatto con me. Ho il rimpianto di aver investito tempo e sentimenti per queste persone.

 

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport