Totocommessi: Claudia Ambrosini

Stampa Home
Articolo pubblicato il 31/08/2016 alle ore 17:21.
Totocommessi: Claudia Ambrosini 3
Totocommessi: Claudia Ambrosini 3

Avevamo lasciato in arretrato l'ultima intervista della serie Toto Commessi, ecco dunque lo spazio dedicato a Claudia Ambrosini, titolare della gioielleria di famiglia situata in Piazza Cavour. Ricordiamo che per votare il vostro concorrente preferito basta imbucare il tagliando che trovate sul giornale nelle urne di Notizia Oggi collocate nei punti vendita in concorso, oppure recapitarli alla nostra redazione di via Goito 12.

Qual è il tuo segno zodiacale? Credi nell’oroscopo?
«Sono del capricorno, compio gli anni il 23 dicembre. Lo seguo ogni tanto, ma per svago, non sono per niente fissata e non mi faccio condizionare da quanto dicono gli oroscopi».
Mare o montagna?
«Tutti e due. Adoro andare al mare verso settembre, quando le spiagge non sono affollate e terrei sempre i piedi a mollo! Poi vado spesso in montagna con mio marito, a cui piace molto ed entrambi ne apprezziamo la tranquillità».
Qual è la tua più grande passione?
«Il ballo, in particolare il tango argentino. Ho iniziato questo tipo di danza circa otto anni fa e me ne sono innamorata, insieme a mio marito».
Indica tre tuoi pregi e tre tuoi difetti.
«Dovrebbero stabilirlo gli altri, in genere i clienti mi definiscono gentile, cordiale e paziente. Per quanto riguarda i difetti sono testarda, alcune volte troppo affettuosa e rischio dunque di rimanerci male in tante situazioni e poi sono un po’ permalosa nel senso che spesso prendo le cose troppo sul serio».
Se dico “ricordo” a cosa pensi?
«Mi viene subito in mente la mia nonna Lucilla, che per me è stata un esempio e mi ha dato tanto amore. Mi ha lasciato un grande vuoto».
Cos’è la felicità per te?
«Svegliarsi la mattina accanto alle persone che amo, l’amore è il centro della mia vita».
Ti piace il tuo lavoro?
«Tantissimo, ne sono entusiasta. La parte più bella è quando si creano rapporti di amicizia con i clienti, mi riempie di soddisfazione».
Il tuo outfit preferito?
«Mi piace vestirmi colorata, in assoluto prediligo l’azzurro».
Ti piace ascoltare la musica?
«Sì, moltissimo. Ascolto pezzi difficilissimi che suona mio papà Piero con saxofono e fisarmonica, davvero molto impegnativi! Per il resto mi piacciono le canzoni della Pausini e la voce di Bocelli».
Ti piace cucinare? Qual è il piatto che ti riesce meglio?
«Sì, mi piace. Devo dire che il mio piatto forte è il pollo alla birra, ma mio marito cucina meglio, soprattutto i risotti, sono fenomenali!»
Cosa pensi della chirurgia plastica?
«E’ una scelta molto soggettiva, non critico chi vi fa ricorso, però credo che chiunque sia d’accordo sul rimanere nei limiti, tanto raggiungere la perfezione è impossibile!»
Descriviti con tre aggettivi.
«Sono affettuosa, altruista e solare».
Ti piacciono gli animali?
Si mi piacciono! Recentemente è scomparso il mio cagnolino Ariel a cui ero molto affezionata.
Cosa pensi dei social network?
«Non ne vado pazza, né tantomeno ne sono dipendente. Mi sono adattata, e qualche volta uso Facebook».
Cosa rimpiangi del passato?
«I miei figli piccoli, che ora ahimè sono cresciuti e hanno 29 e 25 anni».
A cosa non potresti rinunciare?
«Alla mia famiglia. Mai.»
La pazzia più grande che hai fatto.
«Una volta siamo andati e tornati in giornata da Bologna con i bambini piccoli solo per vedere degli aerei telecomandati. Non una grande pazzia, ma sicuramente è stata una sfacchinata».
Ti piace viaggiare?
«Non mi capita di andare molto lontano perché spesso preferisco andare via in moto, però un viaggio che rifarei sarebbe sicuramente a Londra».
Canti sotto la doccia?
«Sì, canterei sempre!»
Cosa pensi del tradimento?
«Credo sia terribile, la fiducia tradita equivale a mancanza di rispetto, a cattiveria e causa sempre dolore».
Sei romantica?
«Si, assolutamente!»
La tua stagione dell’anno preferita?
«Mah, una volta c’era la primavera…»
Il gusto di gelato che più preferisci.
«Gusto nocciola, con tante tante nocciole!».
Tacco 12 o scarpa bassa?
«Scarpa relativamente bassa in negozio, e tacco 12 per il ballo e le giornate speciali».
E’ vero che il primo amore non si scorda mai?
«Nel mio caso è verissimo, io l’ho sposato!»
Perché dovrebbero votarti al toto commessi?
«Perché sarei molto gratificata, penserei di aver svolto bene il mio lavoro».

Sofia Starda

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport