TERREMOTO: Partiti altri soccorsi da Vercelli e Piemonte

Stampa Home
Articolo pubblicato il 01/11/2016 alle ore 19:13.
TERREMOTO: Partiti altri soccorsi da Vercelli e Piemonte 3
Nelle foto il mezzo vercellese e il "Pass" regionale

L'allerta era nell'aria e nella notte è partita dal Comando Vigili del fuoco di Vercelli la sezione operativa in assetto sisma diretta nella Provincia di Macerata. Continua l'attività di aiuto per le popolazioni del centro Italia colpite dal terremoto. Appena pochi giorni fa un mezzo dei vigili del fuoco di Vercelli era stato travolto ad Accumuli dalle macerie venute giù dopo un altro tragico terremoto con epicentro a Norcia. 

Dalla Regione Piemonte intanto si apprende che nel tardo pomeriggio è partito da Fossano e sarà attivo a Norcia già nella mattinata di domani il Posto di assistenza socio-sanitaria (Pass) della Colonna mobile del Piemonte, che la Regione Umbria, attraverso il Dipartimento nazionale di Protezione civile, ha richiesto in supporto al lavoro delle proprie strutture, per garantire assistenza sanitaria di base e socio-sanitaria alle popolazioni colpite dal sisma. A spostare camion e materiali e a e montare gli ambulatori saranno 60 volontari del Coordinamento di Cuneo, che terminata la loro opera rientreranno in Piemonte, lasciandone la gestione a medici e infermieri locali.

Pass  è composto di moduli, che consentono di fornire, con livelli crescenti di complessità, la dotazione logistica, la strumentazione, gli ambulatori e il personale medico-infermieristico delle specializzazioni di Medicina generale, Pediatria, Ginecologia e Ostetricia consultoriale, Fisioterapia, Psicologia, Assistenza Sociale e Presidio Farmaceutico.

Resta invece ancora mobilitata presso San Michele di Alessandria, la Colonna Mobile del Piemonte, con circa 54 mezzi e 150 uomini, in attesa che la Dicomac (Direzione Comando e Controllo) del Dipartimento nazionale ne disponga la partenza, per prestare assistenza a 250 persone. Per fornire supporto alle Marche nelle attività di raccordo tra i Comuni colpiti e la Regione stessa, sono partiti ieri i primi due tecnici della Città Metropolitana di Torino, di stanza a Pieve Torina (Mc), che copriranno il primo turno di 15 giorni, e saranno successivamente sostituiti da colleghi della Regione Piemonte, che ha in capo l’organizzazione di questo servizio.

Resta attiva a Visso, in provincia di Macerata, la farmacia della  Colonna mobile piemontese, dove farmacisti volontari si alternano a quelli del luogo per la gestione del servizio.

TERREMOTO: Partiti altri soccorsi da Vercelli e Piemonte 4

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport