Successo per il Convegno Aism

Stampa Home
Articolo pubblicato il 10/06/2016 alle ore 16:07.
Successo per il Convegno Aism 3
I relatori dell'incontro

lo scorso sabato 4 giugno, in occasione della settimana nazionale della sclerosi multipla (SM), a Vercelli presso il Seminario Arcivescovile, si è tenuto il convegno scientifico “Con la nostra ricerca la SM non ci ferma” che ha registrato l’intervento di relatori di prestigio e una buona partecipazione di pubblico.
La presidente dell’AISM Sezione di Vercelli, Claire Mortarotti, ha aperto il convegno illustrando “Il barometro della sclerosi multipla” che consiste in una serie di informazioni aggiornate su epidemiologia, costo della malattia, presa in carico, rete dei centri clinici, accesso alle cure e assistenza, ricerca sulla SM.
Il dott. Enrico Montanari, direttore U.O. Neurologia dell’AUSL di Parma, ha presentato un aggiornamento sui farmaci disponibili, attualmente 12, analizzandone i rischi e i benefici. Ha posto l’accento sull’importanza dell’individuazione, da parte degli specialisti, di terapie personalizzate sempre considerando le diverse forme della malattia e i diversi effetti collaterali dei farmaci.
Molto interessante è stato anche l’intervento del dott. Marco Capobianco, neurologo al CRESM dell’AOU S. Luigi di Orbassano, che, dopo aver introdotto le caratteristiche delle forme progressive di SM, ha illustrato lo stato della ricerca sottolineando l’importanza di contenere le riacutizzazioni per contrastare la progressione della patologia.
La dott.ssa Francesca Montarolo Biotecnologa al CRESM dell’AOU S. Luigi di Orbassano infine ha illustrato lo “Studio sui meccanismi patogenetici della SM”, si tratta di un Progetto di ricerca, finanziato da FISM, la fondazione di AISM che finanzia gran parte della ricerca sulla SM. Il Progetto in particolare valuta i meccanismi patogenetici che durante la gravidanza delle donne con SM agiscono riducendo la sintomatologia.
Al termine degli interventi i relatori si sono resi disponibili a rispondere alle numerose domande che sono state poste dai partecipanti all’evento.
La mattinata si è conclusa con un rinfresco aperto a tutti.

 



Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport