Secondo: "Troppe critiche dopo Como. Siamo in serie positiva da 4 giornate"

Stampa Home
Articolo pubblicato il 12/04/2016 alle ore 15:28.
Secondo: "Troppe critiche dopo Como. Siamo in serie positiva da 4 giornate" 3
Il presidente della Pro Vercelli, Massimo Secondo

“A Como abbiamo fatto un pessimo primo tempo, ma su social media e giornali ho letto troppo spesso la parola "Vergogna". I ragazzi hanno sbagliato mezza partita, si allenano bene e fuori dal campo hanno una vita irreprensibile”. Il presidente della Pro Vercelli Massimo Secondo non usa mezze parole per sintetizzare il proprio pensiero durante la conferenza stampa terminata pochi minuti fa al Piola. Il pareggio di Como, contro il fanalino di coda del campionato, ha scontentato parecchi tifosi e questo a Secondo non piace. “Sono andato personalmente a ringraziare i tifosi presenti al Sinigaglia – ha affermato il presidente - Sono venuti a sostenerci e noi in cambio gli abbiamo offerto un pessimo secondo tempo, ma siamo pienamente in corsa per salvarci. Questi giocatori sono professionisti e sono i primi ad essere dispiaciuti per la partita di Como. Per la prima volta in B la Pro Vercelli arrivava da quattro risultati positivi, ma non l'ho visto evidenziato da nessuno. Eppure è un dato di cronaca esattamente come dire che abbiamo fatto un pessimo campionato”. Il pensiero è comunque già proiettato alla importantissima sfida di sabato prossimo contro la Salernitana: “Sabato andremo in campo per andare a +7 sulla Salernitana, ma se alla fine dovessimo restare a +4 potremmo dire che siamo in vantaggio negli scontri diretti”. Anche il direttore sportivo Massimo Varini è intervenuto durante l’incontro con la stampa affermando che “domenica a Como c'era l'erba più alta del normale e questa mattina ho chiamato il loro direttore per domandargli se l'avessero fatto appositamente. Mi ha detto che anche ai loro giocatori sembrava di giocare nel pantano. Ganz nel finale ha avuto i crampi come alcuni nostri giocatori. Se il nostro campo in casa ci dà dei vantaggi, fuori casa abbiamo degli svantaggi. Da quando sono qui io c'è sempre stata una differenza tra le prestazioni in casa e in trasferta. Quest'anno questo è andata meglio rispetto al passato. Non cerco mai scuse, ma a noi a Como mancavano tre centrali." Ha continuato Varini: “Da tempo mi chiedo perché ci si accanisca contro questa squadra. Tanti miei colleghi amano promettere la categoria superiore. Io dico sempre quello che mi pare essere l'obiettivo ragionevole per la squadra. In Serie B il nostro obiettivo è questo e a 7 giornate dalla fine siamo pianamente in corsa per la salvezza diretta. Sono convinto che ci si salvi all'ultima giornata, ma se anche dovessimo salvarci ai playout non mi vergognerei. Non so spiegarmi il perché, non voglio fare polemica con nessuno, ma mi è sembrato eccessivo l'atteggiamento tenuto dopo la sconfitta di domenica. Guardando i monte stipendi del campionato siamo tra le ultime cinque, mentre sul campo siamo molto più su”.

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport