SCUOLA-LAVORO: 28 ricche borse studio messe in palio da CRT

Stampa Home
Articolo pubblicato il 30/08/2017 alle ore 13:40.
LAVORO: 28 ricche borse studio messe in palio da CRT  3
LAVORO: 28 ricche borse studio messe in palio da CRT 3

Riceviamo dalla Fondazione CRT e rilanciamo per chi fosse interessato il dettaglio sulle "borse" disponibili.

È aperto fino al 18 settembre il bando 2017 per 28 Borse di Ricerca Applicata del Progetto Lagrange-Fondazione CRT, iniziativa ideata, promossa e finanziata dalla Fondazione CRT con il coordinamento scientifico della Fondazione ISI. Diplomati, laureati e dottorandi potranno condurre progetti di eccellenza in alcuni tra i terreni che rappresentano la frontiera più avanzata della ricerca scientifica e tecnologica contemporanea: la scienza dei dati, l'epidemiologia digitale e, per la prima volta, i Big Data applicati al mondo delle imprese.

18 borse - rivolte a diplomati di scuola media superiore, laureati e dottorandi – sono destinate a progetti di ricerca nell’ambito dello studio, della gestione e dell'organizzazione di sistemi complessi (in tutte le possibili declinazioni del termine: sistemi, di qualsiasi natura, auto-organizzanti, con molti gradi di libertà, che sviluppano comportamenti collettivi e mostrano fenomeni emergenti), che potranno essere condotti presso imprese co-finanziatrici con un numero di addetti inferiore o uguale a 250 unità, fermo restando il supporto e il controllo scientifico di un Istituto di Scuola Superiore, Dipartimento dell'Università, Politecnico o Centro di Ricerca. Per ognuna delle borse, 11.000 euro saranno messi a disposizione dalla Fondazione CRT e almeno 8.000 dall’impresa co-finanziatrice.

4 borse - per la quali la Fondazione CRT erogherà 20.000 euro a fronte di un co-finanziamento di 12.000 euro - consentiranno ai possessori di laurea magistrale e dottori di ricerca in discipline tecnico-scientifiche di condurre presso un’impresa, con il coordinamento di Fondazione ISI, progetti di ricerca applicata nell'ambito delle tematiche relative ai Big Data, attraverso un training mirato.

Altre 6 borse di ricerca - per possessori di laurea magistrale e dottori di ricerca in discipline tecnico-scientifiche - interesseranno progetti nell'ambito delle tematiche relative alla Data Science e alla Digital Epidemiology, con un approccio interdisciplinare tra scienza, tecnologia, salute pubblica e impresa. Per la prima volta le attività saranno ospitate in modalità “internship” dalla Fondazione ISI, attraverso un percorso di formazione mirato. Per ognuna delle borse, Fondazione CRT metterà a disposizione 23.000 euro.

In tutti i casi, le imprese coinvolte nei progetti dovranno obbligatoriamente avere una sede operativa nel territorio delle regioni Piemonte o Valle d'Aosta, così come nelle medesime regioni dovranno essere residenti gli studenti.

“Con il Progetto Lagrange la Fondazione CRT da oltre 10 anni è impegnata nella diffusione della cultura dell’innovazione e della ricerca, nella creazione di un ponte tra università e sistema delle imprese - afferma il Presidente della Fondazione CRT Giovanni Quaglia - L’edizione 2017 apre le porte a un nuovo ambito di ricerca, quello dei Big Data per le imprese: un’opportunità che accoglie le esigenze del mondo imprenditoriale, di cui le nostre due Vice Presidenti Ferrino e Invernizzi sono ‘ambasciatrici’ in Fondazione, e prepara la nascita di un nuovo ‘interprete’ della realtà, pronto ad affrontare le sfide del futuro”.


“Con oltre 700 borse di ricerca e dottorato, il progetto Lagrange-Fondazione CRT ha contribuito a diffondere e rafforzare il ruolo della scienza della complessità sia come asse portante della ricerca e della scienza, sia come vero e proprio fattore critico di successo in numerosi campi di applicazione, a cominciare dalle metodologie dei sistemi di produzione - sottolinea il Segretario Generale della Fondazione CRT Massimo Lapucci - È attorno a questi temi che si gioca la competitività del Paese e del territorio sulla scena globale. E anche nell’ambito della filantropia europea, specie quella istituzionale, sono convinto che il ricorso in modo scientifico a Big Data e, più in generale alla scienza della complessità, aprirà nuove frontiere in grado di meglio direzionare e misurare l’azione di intervento verso i soggetti beneficiari”.

Con il progetto Lagrange, la Fondazione CRT ha sostenuto finora 700 giovani ricercatori con borse di dottorato e di ricerca applicata, per un investimento complessivo di 40 milioni di euro.

Il coordinamento scientifico è affidato a Fondazione ISI che, da oltre trent'anni, è leader internazionale nel settore della scienza della complessità, con un ruolo d'avanguardia nella ricerca in Big Data, epidemiologia digitale e intelligenza artificiale.

Le richieste devono essere inviate alla Fondazione ISI, entro e non oltre le ore 17 del 18 settembre 2017. Il testo integrale del bando, con tutti i criteri di ammissibilità, i moduli da compilare e le regole di partecipazione è consultabile online (www.progettolagrange.it/it/index.html). Tra le richieste pervenute, il Comitato Tecnico del Progetto Lagrange-Fondazione CRT sceglierà, dopo una attenta valutazione scientifica, i candidati a cui assegnare le borse, pubblicando l'elenco definitivo dei vincitori entro il 16 ottobre 2017.

Per informazioni: Fondazione ISI via Chisola 5-10126 Torino. E-mail: lagrangecrt-segreteria@isi.it

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport