Salariati stagionali e sviluppo rurale: le decisioni della Regione

Stampa Home
Articolo pubblicato il 04/07/2016 alle ore 18:28.
Salariati stagionali e sviluppo rurale: le decisioni della Regione 3
Salariati stagionali e sviluppo rurale: le decisioni della Regione 3

Anche i temi legati all’agricoltura al centro della riunione di stamattina della Giunta regionale. Sono stati definiti, su proposta dell’assessore Giorgio Ferrero, i criteri per l’emanazione dei bandi per la concessione dei contributi previsti dalla legge regionale per la sistemazione temporanea dei salariati stagionali nelle aziende agricole. I Comuni e le associazioni convenzionate potranno provvedere, usufruendo di un finanziamento complessivo di 100mila euro, alla sistemazione abitativa dei lavoratori agricoli migranti stagionali che prestano la loro opera nei periodi di raccolta della produzione. «Potranno così essere realizzati lavori di adeguamento igienico-sanitario in strutture non residenziali esistenti – spiegano dalla Regione - e allestiti moduli temporanei prefabbricati per le persone che non sarà possibile alloggiare presso le aziende interessate alle loro prestazioni». 

In tema di sviluppo rurale è stata deliberata, sempre su proposta dell’assessore Ferrero, l’emanazione di due bandi del Programma di sviluppo rurale riguardanti la trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli e finanziati con 38 milioni di euro: il primo comprende investimenti per l’acquisto di immobili, la realizzazione di opere edili e l’acquisto di macchinari, impianti ed attrezzature con un massimale di spesa di 3 milioni; il secondo è destinato al solo acquisti di macchinari ed attrezzature per una spesa massima di 1,5 milioni.

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport