Questa sera gli Statuto a Vercelli

Stampa Home
Articolo pubblicato il 07/05/2016 alle ore 10:35.
Questa sera gli Statuto a Vercelli 3
Questa sera gli Statuto a Vercelli 3

Iniziata ieri, continua in piazza Cavour “Vinopoli”. Kermesse eno-gastronomica  organizzata da “Buongiorno Italia onlus” con il patrocinio del Comune di Vercelli. La piazza ospita gli stand di vari operatori nel campo del “food street” italiano e straniero e venti stand viola, uno per regione, per la somministrazione di vino. Verrà inoltre creata un’area “infopoint” dove ritirare la tracolla portacalice e acquistare i “bacchi” con cui avere accesso alle degustazione di vino. Non sarà possibile, infatti, pagare le degustazioni in contanti. Ma l'attrazione di questa sera sarà senza dubbio il Concerto del gruppo torinese "Statuto", band storica della scena torinese: oSKAr (voce) - Naska (batteria) - Alex Bumba (chitarra)- Rudy Ruzza (basso) hanno conservato, ma anche evoluto, il loro stile mod, con la loro immediatezza e sfrontatezza nei testi impegnati, spesso ironici o sarcastici, aggressivi e umili, con una musica diventata di "moda" che è iniziata con lo ska e si è fusa con il soule il powerpop, diventando totalmente originale ed incatalogabile.

In piazza Cavour canteranno certamente "Catturami”, il nuovo singolo tratto da “Amore di Classe”, un disco che racconta una storia d’amore metropolitana in 12 canzoni (in sequenza come 12 puntate di una “fiction”) e in questa canzone viene descritto il momento in cui i due protagonisti si conoscono, cioè durante una manifestazione studentesca, nella quale lui viene ferito e lei si precipita a soccorrerlo. Prodotto, registrato e mixato da Max Casacci (Subsonica), è un brano dai suoni power-pop intriso da melodie e armonie soul, con ritmica coinvolgente e trascinante. Seguito in tutta la fase di pre-produzione e produzione artistica da Max Casacci con Rudy Di Monte, ”Amore di classe” è il nuovo disco degli Statuto, che racconta in 12 canzoni consequenziali, la storia metropolitana omonima scritta dal cantante Oscar Giammarinaro. Le sonorità sono decisamente attuali e si legano alle radici del gruppo Mod torinese, creando un genere totalmente personale ed evoluto, del tutto originale nell’ambito della musica pop italiana. Le parti degli archi sono arrangiate e suonate da Davide Rossi (già arrangiatore di Coldplay, Goldfrapp, Duran Duran e molti altri ). 

Pubblicato e stampato da Universal lo scorso gennaio ed entrato direttamente nella classifica dei dischi più venduti in Italia, è disponibile in tutti i negozi e sulle piattaforme digitali.
Il tour promozionale di presentazione del nuovo disco è partito a gennaio e sta portando la band su tutti i palchi d’Italia. Lo spettacolo comprende nella prima parte l’esecuzione di tutto il nuovo disco e nella seconda l’esecuzione dei loro brani più conosciuti, da “Abbiamo vinto il Festival di Sanremo” a “Qui non c’è il mare”, da “Piera” a “Facci un goal” etc.

 

 

 

 

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport