PROFUGHI RUBANO BICI: presi e arrestati

Stampa Home
Articolo pubblicato il 03/08/2016 alle ore 15:08.
PROFUGHI RUBANO BICI: presi e arrestati 3

Volevano fare il colpo gobbo di Sant'Eusebio ma hanno fatto la figura degli asini... Due profughi pakistani, giunti in Italia nell'ambito dell'operazione Mare Nostrum avevano deciso di rubare una bici a uno sventurato vercellese che l'aveva lasciata fuori dal negozio. Invece, il pronto intervento dei carabinieri del Nor di Vercelli li hanno beccati in flagrante. M.N. 24enne e A.B. 27enne, cittadini del Pakistan, sono così finiti ai domiciliari nella struttura che li ospita come rifugiati.
Alle 10,40 del giorno della festa patronale un 54enne di Vercelli chiama il 112 per segnalare il furto della propria city bike lasciata momentaneamente all’esterno di un negozio. I militari sono intervenuti in corso Libertà e, sulla base della descrizione fornita dal denunciante, hanno rintracciato poco lontano dal negozio gli autori del furto ancora in possesso del mezzo testè sottratto. La bicicletta è stata immediatamente restituita al legittimo proprietario e gli arrestati, espletate le formalità di rito, sono stati accompagnati presso il luogo di attuale residenza e sottoposti agli arresti domiciliari, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport