Presepi presi di mira dai vandali

Stampa Home
Articolo pubblicato il 04/01/2017 alle ore 12:14.
Presepi presi di mira dai vandali 4
Due delle statue danneggiate ad Alice Castello

I vandali non rispettano nemmeno il Natale, lo dimostrano due episodi nel Vercellese.

A COSTANZANA, fa sapere il parroco don Denis Silano, un balordo ha rubato la statua del Bambin Gesù, un fatto risalente al 28 dicembre. La statua non è stata restituita, è stato necessario metterne una nuova. Un gesto antipatico, al limite del sacrilego, che ha colpito il simbolo stesso del periodo natalizio.

AD ALICE CASTELLO il presepe è stato letteralmente devastato. Ad avere la peggio sono state le statue, in polistirolo e in ceramica,posizionate nelle vie del paese, idea che era piaciuta ed aveva attratto molti visitatori prima di Natale. Ad accorgersi di quanto accaduto i volontari che hanno allestito questo presepe gigante ed il tutto, corredato da fotografie e commenti, è stato pubblicato su facebook. E’ stata staccata la testa di una pecora, i vandali hanno sfigurato un pastore ed è stato rotto il naso al postino. I volontari che hanno alle stito le figure natalizie per i bambini di Alice Castello scrivono: «Le statue non sono state pensate come sagome per il tiro a segno- hanno commentato sui social - persone poco intelligenti non sanno che dietro ad ogni sagoma posizionata in paese ci sono ore di lavoro volontario». Controllando i filmati delle videocamere, con tutta probabilità si potranno riconoscere gli autori di questa bravata di fine anno. Che ha avuto addirittura un ulteriore seguito. Una pastorella, infatti, è stata decapitata. La testa si trovava vicino a un cassonetto dell'immondizia.

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport