Richiesta anche la perizia psichiatrica

Omicidio Ranghino, la figlia trasferita nel carcere di Torino

Stampa Home
Articolo pubblicato il 29/04/2016 alle ore 16:30.
Omicidio Ranghino, la figlia trasferita nel carcere di Torino 3
La polizia scientifica nella villetta della tragedia

Cristina Carenzo, la commercialista vercellese accusata di aver ucciso la madre, Franca Ranghino, nella villetta di famiglia di via Walter Manzone quasi un mese fa, è stata trasferita dal carcere di Biliemme alla sezione femminile della casa circondariale di Torino. In quella struttura, adeguata alle reali ed attuali necessità della donna, la Carenzo vi rimarrà per almeno un mese. Nel frattempo i suoi legali, Davide Scarpa e Pierpaolo Chiorazzo, hanno incaricato Massimo Carpignano di Torino per una consulenza psichiatrica, come già comunicato dagli stessi pochi giorni dopo l’arresto della vercellese. Subito dopo verrà richiesto l’incidente probatorio

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport