Arrestato marocchino con 90 chili di hashish

Maxi sequestro di droga in autostrada

Stampa Home
Articolo pubblicato il 28/03/2016 alle ore 10:57.
Maxi sequestro di droga in autostrada 3
Maxi sequestro di hashish

Colpo grosso della polizia stradale che sequestra 90 chili di hashish. L'operazione è avvenuta la scorsa sera durante l’esecuzione di un posto di controllo, effettuato in occasione delle festività pasquali, presso la Barriera Autostradale di Rondissone dell’Autostrada A4 To-Mi, sulla direttrice di marcia Torino-Milano.

In carcere è finito un cittadino marocchino Leili Adil, di 30 anni, residente in provincia di Como. Dovrà rispondere dl reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Giunto alla barriera autostradale l'uomo, visto l’imponente presenza di pattuglie, cercava di evitare il controllo spostandosi dalla corsia destinata al ritiro biglietto, in quella riservata ai titolari di dispositivo Telepass. Nel fare questa manovra ha attirato l’attenzione degli operatori che lo hanno invitato ad accostare all’interno dell’area di sosta posta nelle adiacenze della barriera.

Qui, Leili Adil si presentava agli agenti particolarmente nervoso e appena sceso dall’auto, per consegnare i propri documenti, gli operanti percepiva provenire dall’interno dell’abitacolo un odore acre, simile a quello di alcune sostanze stupefacenti. A seguito del controllo del veicolo, si rinvenivano nel vano portabagagli, tre scatole contenenti 179 pacchetti di colore marrone, somiglianti alla sostanza stupefacente Hashish.

Immediatamente la persona veniva condotto presso gli Uffici del Distaccamento Polizia Stradale di Chivasso dove, le analisi di Polizia Scientifica confermavano che la sostanza stupefacente rinvenuta era del tipo Hashish è contestualmente veniva quantificata nel peso di Kg. 90. Accertamenti esperiti nell’immediatezza, hanno permesso di apprendere che, la sostanza stupefacente, era destinata a rifornire il mercato della Lombardia dove, tra l’altro, il corriere è risultato risiedere.

Al termine delle incombenze di rito, LEILI Adil è stato arrestato e condotto presso la Casa Circondariale di Ivrea a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport