L'ex deputato del nostro territorio condannato ma che non si trova più

Stampa Home
Articolo pubblicato il 05/04/2016 alle ore 18:15.
L'ex deputato del nostro territorio condannato ma che non si trova più 3
Stefano Aimone Prina, ex deputato

Fu deputato della Lega Nord e vice ministro ai Lavori Pubblici. Ora è diventato un imputato latitante. E’ la storia di Stefano Aimone Prina, classe 1960, architetto biellese che negli anni ’90 era uno degli uomini politici di maggior spessore nelle provincie biellesi e vercellesi. Eletto nel collegio di Torino, proclamato il 16 aprile 1992, è stato iscritto al gruppo parlamentare della Lega Nord dal 30 aprile 1992 al 14 aprile 1994. Ha anche fatto parte della VIII Commissione (Lavori Pubblici) dall'11 giugno 1992 al 14 aprile 1994, data di termine del suo mandato. Da mesi la giustizia lo cerca per notificargli la citazione a giudizio, ma di lui si sono perse le tracce. Una vicenda nata nel giugno del 2012, quando quella che avrebbe dovuto essere solamente una normale verifica fiscale da parte della Guardia di Finanza si trasformò in un fatto molto più grave. Infatti l'accertamento non fu nemmeno svolto in quanto non venne trovata alcuna traccia della documentazione contabile relativa agli anni 2008, 2009, 2010 e 2011. Di qui l’inchiesta, l’accusa di evasione fiscale e il successivo rinvio a giudizio. Il problema però è che Aimone Prina da quel giorno si è letteralmente volatilizzato e il processo che avrebbe dovuto prendere il via lo scorso ottobre non è  iniziato. Da mesi la giustizia lo cerca per notificargli la citazione a giudizio, ma di lui si sono perse le tracce. Ora si procederà alla ricerca di Stefano Aimone Prina in tutti i sui domicili, compresi quelli vecchi. Ora il processo è stato rinviato di un anno, ad aprile 2017, e nel frattempo i carabinieri avranno una nuova occasione per tentare di rintracciarlo e notificargli l’atto di citazione. Tra l'altro, Aimone è stato anche radiato dall'Ordine degli architetti in seguito alla vicenda.

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport