L'ALTRA VERCELLI: tra manicomi, fantasmi e rovine

Stampa Home
Articolo pubblicato il 01/11/2016 alle ore 21:42.
L'ALTRA VERCELLI: viaggio tra manicomi, fantasmi e rovine 4
Il frame di uno dei video girati da Alberto Bracco all'ex manicomio di Vercelli

Vercelli città abbandonata e/o misteriosa, su you-tube si trovano diversi video che mostrano luoghi abbandonati, siano o meno legati al mistero. Saletta è molto gettonata, ne parleremo dopo. Partiamo da un documento molto interessante, a puntate, riguarda i padiglioni dell'ex Ospedale Psichiatrico. Un'area che anche il nostro giornale visitò con reportage negli anni passati. Albyphoto, autore della serie, ha fatto un ottimo lavoro di video-documentazione padiglione per padiglione e, già che c’era, ha anche realizzato un video dentro l’ex Bertagnetta. Si tratta di Alberto Bracco, classe 1989, un video-maker e fotografo che è un autorità in materia, è stato anche in Giappone, risiede a San Benigno Canavese e per questo tratta di luoghi piemontesi con una certa frequenza.

Toglietevi la soddisfazione https://www.youtube.com/results?search_query=Ex+manicomio+di+Vercelli Bracco ha anche trattato del cimitero di Darola, Madonna delle Vigne, Lucedio ecc.

Su Lucedio c’è di tutto e di più, ad esempio vi è ambientato l’episodio numero 14 di “The scaries places on the Earth” (i posti più spaventosi sulla terra). Chi capisce bene l’inglese probabilmente potrà divertirsi… il taglio del lungo documentario (45 minuti) è una via di mezzo fra “History channel” e “The Blair Witch Project”, tinte fosche e rimembranze di orribili torture e uccisioni.

Di Saletta se ne sono occupati anche i Ricercatori Italiani del Paranormale che un anno fa, settembre 2015, sono stati nei luoghi “maledetti” della frazione di Costanzana, rilevando con i loro strumenti forti “radiazioni” spiritiche, se possiamo chiamarle così. In tre video dal titolo “Gli spiriti inquieti di Saletta”, c’è anche un impressionante tentativo di dialogo con alcuni di questi. I ricercatori cercano prima di tutto di sapere chi sono se i bambini nati dagli amplessi proibiti fra frati e suore... oppure degli amanti morti suicidi, anche se mi pareva che si trattasse di una ragazza respinta, figlia di un conte del posto... La troupe disdegna l’interno, che tutti possono vedere, si concentra sull’inquietante sotterraneo, cosa che io quando ci andai mi son ben guardato dal fare proprio perché ci vogliono un abbigliamento e un’attrezzatura adeguati. In quest’oscurità avviene un contatto, l'operatore impegnato nel contatto ad un certo punto comincia a emettere una specie di lamento, e poi l’esternazione dell'entità diventa sempre più violenta. Un altro operatore misura un brusco calo di temperatura durante la manifestazione spiritica. Si può essere scettici, certo, ma questi video sono molto interessanti.

Mentre un certo Capu Drumart, altro cacciatore di ruderi, gira un video, ma solo da fuori, al teatro dei nobili di Vercelli e poi si reca alla stazione abbandonata di Pertengo.

Potremmo andare avanti delle ore… e naturalmente non trattiamo dei lavori fatti dai vercellesi che sono sufficientemente noti, un nome su tutti l’ottimo Luigi Bavagnoli di Teses, esploratore di tunnel e sotterranei.

E’ una “navigazione” interessante che abbiamo appena scalfito… a voi divertirvi, l’unica avvertenza è di non credere a tutto ciò che si vede… tecnicamente basta andare su You-Tube e scrivere le parole chiave nel motore di ricerca apposito, più adatto di quello generale di Google.

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport