Industria: più produzione ma meno introiti!

Stampa Home
Articolo pubblicato il 26/05/2016 alle ore 11:04.
Industria: più produzione ma meno introiti! 3
Industria: più produzione ma meno introiti! 3

Il titolo è di quelli che inducono all'ottimismo "L'industria vercellese torna a crescre a inizio 2016", a dirlo è la Camera di Commercio di Vercelli nel diffondere la consueta analisi congiunturale ma poi precisa: "diminuisce il fatturato complessivo delle aziende". Un "sommario" corretto ma che è anche un capolavoro di umorismo involontario... ma come? Lavoriamo di più e riceviamo meno denaro... e questa sarebbe una ripresa?

Ma ecco il dettaglio diffuso dall'ente camerale

Il primo trimestre del 2016 segna per il Vercellese un aumento del 3,1% della produzione industriale nel suo complesso, caratterizzata da profonde differenze tra i settori.
Nel periodo gennaio-marzo 2016, la produzione industriale ha fatto registrare un incremento del 3,1% rispetto al corrispondente periodo del 2015, un dato superiore a quello medio regionale attestato al 2,2. Gli ordinativi interni, uno dei punti di debolezza della domanda, dopo due trimestri di ripresa consecutivi tornano a segnare un dato negativo con un -0,8%. I mercati esteri, che tradizionalmente hanno alimentato la domanda complessiva, rimangono il punto di riferimento per la manifattura locale, con una crescita del 5,7%. Il 40% del fatturato totale del manifatturiero in provincia di Vercelli è prodotto grazie alle vendite sui mercati esteri, media che sale al 63% se si considerano solo le imprese che esportano. Il fatturato nel complesso scende però dello 0,9% contro un aumento dell'1,3% del Piemonte.

“I dati ritraggono un quadro congiunturale altalenante per alcuni settori, come il tessile, tradizionalmente uno dei comparti trainanti dell'industria locale. Permangono forti elementi di incertezza, ma la nostra economia sta cercando di rimettersi in moto e il sistema camerale è pronto a sostenere e accompagnare questa ripresa, mettendo a disposizione delle imprese servizi di promozione, formazione imprenditoriale, supporto all’internazionalizzazione e percorsi di valorizzazione delle eccellenze produttive” dichiara Pier Benedetto Francese, Presidente della Camera di commercio di Vercelli.
Come accennato in premessa, il dato medio non riflette le dinamiche settoriali. Accanto alle buone performance sul fronte della produzione dell'industria alimentare (+ 7,8%) finalmente in ripresa, della metalmeccanica (+4,6%, con il comparto della rubinetteria e valvolame attestato al +2,5%) e della chimica (+4,8%) si assiste alla preoccupante e perdurante flessione del tessile-abbigliamento (-8,2%) e al sensibile calo delle altre industrie (-6,8%).
Le aspettative degli imprenditori intervistati per il prossimo trimestre (aprile-giugno) sono improntate nella maggioranza dei casi ad una situazione di stabilità, con una sostanziale parità tra pessimisti e ottimisti. Se per il 57% degli intervistati la produzione rimarrà stabile, per il 23% subirà invece una diminuzione. Circa il 20% degli intervistati ipotizza un aumento dei volumi produttivi in misura comunque contenuta. Analogo clima di aspettative sul fronte della domanda interna, solo la domanda estera trova il 77% degli intervistati concordi su una sua sostanziale tenuta nel breve periodo.

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport