Imponente operazione della Polizia anti furti e truffe

Stampa Home
Articolo pubblicato il 04/05/2016 alle ore 13:07.
Imponente operazione della Polizia anti furti e truffe 3
Immagine d'archivio

La Polizia di Stato ha effettuato controlli a tappeto nei giorni scorsi a Vercelli. Gli agenti della Squadra Volante hanno identificato circa 120 persone e controllato circa 50 veicoli.

Sabato 30 aprile, verso le ore 17, in via Thaon de Revel è stata fermata un’autovettura sospetta che ha cercato di fuggire ma non la pattuglia della Polizia li ha prontamente inseguiti e raggiunti. In seguito al controllo emergeva, così, che a bordo del veicolo vi erano quattro cittadini di nazionalità rumena, tra i 23 e i 27 anni, tutti residenti al di fuori dalla provincia di Vercelli e con diversi precedenti per reati contro la persona ed il patrimonio. In particolare, l’autovettura era risultata gravata da un fermo ammnistrativo: pertanto gli agenti procedevano ai sensi dell’ art. 214 co.8 del codice della strada con sanzione amministrativa e confisca del veicolo. Inoltre a carico dei sospetti, che non hanno saputo fornire un’adeguata giustificazione della loro presenza a Vercelli, è stato proposto il foglio di via obbligatorio del Questore della provincia di Vercelli.
Nella giornata di lunedì, 1° maggio, invece in via Castigliano, invece, è stata sottoposta a controllo un’autovettura sospetta con a bordo un cittadino italiano di origine albanese di 28 anni. Il soggetto aveva diversi precedenti di polizia ed era alla guida del veicolo benché la patente di guida gli fosse stata ritirata. 
Nella giornata di martedì 2 maggio, in via F. Testi, è stata fermato un altro veicolo, un furgoncino bianco con alla guida un cittadino italiano di origine albanese di 30 anni. Il veicolo era sprovvisto di copertura assicurativa e sullo stesso gravava altresì un provvedimento di fermo amministrativo ed un’ipoteca. Il conducente era privo di patente e risultava avere diversi precedenti, soprattutto per truffa. L'uomo, dopo il controllo degli agenti, ha cercato di disfarsi di un libretto degli assegni infilandolo in una buca delle lettere, ma è stato subito scoperto e gli agenti, in seguito, hanno rintracciato il titolare del libretto, risultato rubato dalla vettura della vittima, mentre il sospetto già sanzionato, veniva anche deferito all’autorità giudiziaria per il reato di ricettazione.

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport