Il Generale Del Sette in visita al Comando Provinciale dei carabinieri

Stampa Home
Articolo pubblicato il 25/07/2016 alle ore 16:57.
Il Generale Del Sette in visita al Comando Provinciale dei carabinieri 3
Il Generale Del Sette in visita al Comando Provinciale dei carabinieri

Nella mattinata odierna, il Generale di Corpo d’Armata Tullio Del Sette, Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, ha fatto visita al Comando Provinciale Carabinieri di Vercelli. L’alto ufficiale, accompagnato dal Gen.B. Gino Micale, comandante della Legione Carabinieri “Piemonte e Valle d’Aosta” ed accolto dal Comandante Provinciale Ten. Col. Cosimo Picciolo e da tutti gli Ufficiali del Comando, si è intrattenuto nella caserma “Gunu Gadu” di via Salvatore Vinci con una nutrita rappresentanza di Comandanti di Stazione, militari operanti nella provincia, esponenti degli organismi di Rappresentanza e delle Sezioni provinciali dell’Associazione Nazionale Carabinieri. Il Generale Del Sette, nell’esprimere il proprio sostegno e la vicinanza ai militari, ha espresso il proprio vivissimo apprezzamento per l’operato quotidiano di tutte le donne e gli uomini dell’Arma vercellese, ponendo l’accento sulla fondamentale importanza dell’attività di rassicurazione sociale e prevenzione, punto nodale dello sforzo quotidianamente profuso da tutte le componenti del Comando Provinciale per rendere manifesta e visibile la presenza dell’Arma all’esterno e fornire sicurezza alle persone, invogliandole ad un rapporto di fiducia e di collaborazione, proprio per garantire maggiore tranquillità alla collettività. Nel medesimo contesto, il Comandante Generale ha sottolineando l’importanza della testimonianza di vita di ciascun Carabiniere, segno tangibile dello Stato e della prossimità dell’Arma ad ogni cittadino, rivolgendo infine anche un saluto ed un pensiero affettuoso alle famiglie di tutti i militari.

Il Generale Del Sette in visita al Comando Provinciale dei carabinieri 4
Il Generale Del Sette in visita al Comando Provinciale dei carabinieri 5

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport