Il Comune stanga i furbetti delle risaie

Stampa Home
Articolo pubblicato il 12/08/2016 alle ore 11:44.
Il Comune stanga i furbetti delle risaie 4
Immagine d'archivio non legata ai fatti

Da anni il nostro giornale si occupa delle risaie abusive che vengono coltivate troppo vicino alle abitazioni, violando la famosa "zona di rispetto", documentando i danni che questa pratica illecita può causare, per non dire dello spargimento di diserbanti praticamente dentro alle case della gente. Accogliamo quindi con vero piacere il "giro di vite" annunciato dall'assessore all'Ambiente Remo Bassini e dal sindaco Maura Forte. Questo il comunicato appena diffuso:

«Dall’inizio dell’estate, allo scopo di tutelare la salute dei cittadini che risiedono in zone prossime alle risaie, l’Amministrazione Comunale ha avviato una ampia serie di controlli all’interno della Zona di Rispetto per verificare la presenza di coltivazioni abusive in sommersione. La puntuale attività di verifica, svolta dalla Polizia Municipale, ha condotto nel mese di luglio ad un significativo numero di sanzioni, a cui stanno seguendo, come prescritto dalla normativa di settore, apposite ordinanze di distruzione delle risaie coltivate in difformità al Regolamento per la Coltivazione del Riso nella Provincia di Vercelli.
Le azioni di controllo, esercitate su un territorio piuttosto vasto, si sono valse anche delle utili segnalazioni dei cittadini, in un fruttuoso rapporto di collaborazione che ci si auspica possa continuare ed incrementarsi».

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport