Giostre in centro. La verità sul progetto

Stampa Home
Articolo pubblicato il 17/05/2016 alle ore 15:20.
Giostre in centro. La verità sul progetto 4
Davide Ferri (a sinistra) e Riccardo Tencali

“Il Luna Park a Vercelli sarà senza musica e con un servizio di sicurezza all’altezza della situazione”. Davide Ferri e Riccardo Tencali ci tengono a chiarire le allarmanti voci che da giorni circolano in città sull’arrivo delle giostre nelle piazze del centro. Affermano i due: “Le zone che potrebbero essere interessate sono la zona di viale Garibaldi partendo da corso Libertà, piazza Paietta e piazza Cesare Battisti. Sul viale ci saranno giochi per i più piccoli, in piazza Paietta alcune giostre per i ragazzi e in piazza Battisti quelle per i più grandi. Ma non si tratterà delle giostre più chiassose e nemmeno di quelle che creano problemi per cui la situazione sarà sotto controllo”. Continuano Ferri e Tencalli: “Quello che ci preme sottolineare è che non siamo barbari che calano sulla città, come qualcuno vuole disegnarci. E’ da anni che veniamo volentieri a Vercelli e continueremo a farlo, con o senza giostre in centro città. La musica non ci sarà, durante i giorni feriali le giostre verranno chiuse alle 23,30 mentre in quelli festivi alle 24. I parcheggi che verranno tolti sono solo quelli di piazza Paietta verso corso Marcello Prestinari e ci saranno bagni chimici a disposizione degli utenti. In più avremo anche un servizio di sicurezza privato e l’appoggio della Protezione Civile. Noi non alloggeremo in queste zone ma resteremo con i camper nella zona del parco divertimenti di corso Bormida. Crediamo che più di così non si possa fare per regalare svago ma allo stesso tempo non creare problemi alla città”. In più, aggiungiamo noi, vi sarà anche una giornata, completamente gratuita, riservata ai disabili che potranno divertirsi sulle giostre. Chiudono i due giostrai: “I divertimenti in città sono ormai una prerogativa di molte amministrazioni. Noi lo abbiamo fatto a Torino, Chivasso e a Intra senza alcun problema. La cosa importante è che non passi il messaggio che siamo gentaglia perché non è così. A Vercelli si potranno portare le giostre in centro oppure no, non è questo l’importante. L’importante è che qualunque cosa accada sia detta la verità. Punto e basta”.

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport