Feste dell'estate: Sagra della Lumaca a Tricerro

Stampa Home
Articolo pubblicato il 14/07/2016 alle ore 22:51.
Feste dell'estate: Sagra della Lumaca a Tricerro 3
Un bel gruppo di volontari della Famija Trisereisa

Alla soglia dei vent’anni la Sagra dell’«Helix Pomatia», detta confidenzialmente lumaca e con un successo crescente. Il motivo di tanta attenzione?
«Prima di tutto - spiega Dario Foglia, presidente della Pro Loco Famija Trisereisa - ci sono i prodotti genuini. Niente viene dal congelatore! I tre quintali di lumache arrivano da Dorzano dall’allevamento “La chiocciola” che è uno dei migliori della regione e per il resto il 90% di quanto viene servito è di produzione locale. La nostra idea è infatti che bisogna dare una qualità da ristorante, conservando lo spirito e l’allegria della sagra. Questo ci riesce abbastanza bene ed è per questo che abbiamo così tanto successo anche al di fuori di Tricerro. Comunque c’è anche l’originalità della proposta “lumaca” che ultimamente altri stanno imitando».
La Sagra coincide con la festa patronale di San Giorgio che sarebbe in aprile, ma da anni è stata spostata in estate per garantire il massimo divertimento con un tempo accettabile.
E vediamo il programma della 19esima edizione.

Il via venerdì 15 luglio con l’apertura del padiglione gastronomico alle ore 19,30. La formula è semplice ed efficace, ricca parte gastronomica e valide orchestre per ballare, la prima a esibirsi sarà “Giuliano e i Baroni”, sabato 16 tocca a “Ricky Renna”, domenica la locale “Free Music Band” e lunedì la “Shary Band”, complessivamente il meglio del settore in questo momento, ingresso agli spettacoli a offerta libera.
Dicevamo della parte gastronomica. Posto d’onore naturalmente per la lumaca, ma sono disponibili anche piatti di pesce e specialità locali. Dal menù leggiamo leccornie tipo la lingua in salsa, agnolotti, il bollito misto con il bagnetto, proposti anche dolci di pasticceria e, sul fronte del vino, disponibile anche un prosecco di grande pregio.
Specialità di giornata: venerdì gli spaghetti allo scoglio, domenica la panissa e lunedì un delizioso risotto con lumache, una specialità dello chef Fabio dell’Osteria Vecchio Asilo.
Area ristorante coperta, sottoposta a trattamento anti zanzare e ventilata con apposito impianto a pale.
«Naturalmente - spiega Dario Foglia - tutto questo è possibile solo grazie all’impegno dei nostri ragazzi, dalla cucina al servizio, che ringrazio anticipatamente per l’impegno che ogni anno sanno profondere per fare sempre più accogliente e rinomata la nostra sagra».
Ma l’attività del sodalizio tricerrese non è solo «Sagra della lumaca», copre tutte le occasioni di festa dell’anno.
«Ogni anno curiamo la fagiolata di Carnevale - spiega il presidente della Pro Loco Famija Trisereisa - la festa della donna, il pranzo sociale... Tra i prossimi appuntamenti ci sarà a settembre la «Festa Campagnola» altra sagra di richiamo che quest’anno ospiterà la finalissima del “Campionato Mondiale di Panissa”. Altro periodo intenso quello natalizio in cui ci saranno le feste per i bambini e per gli anziani in collaborazione con il Comune, riproporremo anche, per il terzo anno, il cenone di Capodanno che ha un notevole successo».

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport