Elettrificazione della Santhià - Biella: firmato il protocollo

Stampa Home
Articolo pubblicato il 20/06/2016 alle ore 18:29.
Elettrificazione della Santhià - Biella: firmato il protocollo 3
Elettrificazione della Santhià - Biella: firmato il protocollo 3

È stato siglato il protocollo di intesa per l’elettrificazione e la messa in sicurezza della tratta ferroviaria Biella-Santhià. L’accordo è stato siglato oggi, a Biella, tra Regione Piemonte, Provincia di Biella, Comune di Biella , Comune di Cossato , Banca Sella, CCIAA Biella, Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, Biver Banca- Gruppo Cassa di Risparmio di Asti e Unione Industriale Biellese. Qualche dato: la linea Biella-Santhià a binario unico e trazione termica è lunga 26,70 chilometri. Attualmente i tempi di percorrenza con cambio treno nelle stazioni di Novara per Milano e Santhià per Torino sono rispettivamente di 1 ora e 40 minuti e di 75 minuti. Nel complesso il traffico medio passeggeri si attesta su 3.200 utenti giorno, destinati ad aumentare a fronte di una riduzione di tempi, garanzia di rispetto di orari e nessuna rottura di carico nelle tratte esaminate da e verso Milano e Torino. «La proposta che viene avanzata per garantire una mobilità interprovinciale e interregionale consiste nell’elettrificazione della tratta. La non rottura di carico presso la stazione di Santhià con un treno diretto per Milano e Torino porterebbe ad una riduzione dei tempi, rendendo attrattivo il territorio non solo per le attuali utenze pendolari, ma anche per scopi residenziali, universitari, turistici e culturali – spiegano dalla Regione - con il protocollo sottoscritto, le parti si impegnano a farsi carico dei costi per la progettazione dei piani di fattibilità tecnica ed economica dell’elettrificazione e degli interventi per la messa in sicurezza. Resta da reperire il finanziamento per la realizzazione dell’opera. Il costo a vita intera dell'opera, stimato da RFI, sia per l’elettrificazione della Linea Ferroviaria che per la relativa Sottostazione elettrica di conversione, è pari a circa 9 milioni e 500mila euro». «Ringrazio tutti gli attori di questo importante accordo - ha commentato l’Assessore ai Trasporti Francesco Balocco - quando un territorio dimostra un interesse reale per un progett,o, coinvolgendo istituzioni e soggetti privati per la sua progettazione, è più semplice per la Regione inserire tale intervento nei suoi atti di programmazione necessari a garantire le risorse. Auspico che questo accordo rappresenti un modello anche per altre realtà».

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport