E' un 59enne l'omicida della rapina a Stroppiana

Stampa Home
Articolo pubblicato il 03/05/2016 alle ore 11:36.
E' un 59enne l'omicida di Trino. La rapina a Stroppiana 2
Andrea Foglia, 40 anni, la vittima

Alle ore 23:00 circa del 02 maggio 2016, in Trino Vercellese, i militari della locale Stazione Carabinieri, coadiuvati dai colleghi della Stazione Carabinieri di Ronsecco (VC), arrestavano SORRENTINO Giuseppe, 59enne originario di Acerra (NA) residente in Stroppiana (VC), gravato da numerosi pregiudizi penali per reati contro la persona ed il patrimonio, perché responsabile di omicidio, sequestro di persona e rapina in danno di FOGLIA Andrea, 37enne da Novi Ligure (AL), dipendente dell’impresa “Ferrari Srl”, con sede nella provincia di Alessandria, operante nel settore del noleggio di apparecchi pubblici da gioco e macchine distributrici.

In particolare, alle 18:45 circa precedenti, a seguito di una segnalazione pervenuta dalla ditta “Ferrari”, che da circa un’ora non aveva più ricevuto notizie del furgone Fiat Fiorino condotto da FOGLIA Andrea, incaricato della raccolta delle somme di denaro contenute nelle macchine da gioco installate in vari esercizi pubblici delle province di Vercelli ed Alessandria, la Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Casale Monferrato (AL) allertava i colleghi della Centrale Operativa del Comando Provinciale di Vercelli, comunicando che il sistema GPS installato a bordo del furgone ne indicava la posizione nell’area circostante il comune di Trino Vercellese, ove pertanto venivano fatte convergere le autoradio dell’Arma presenti in zona per la tempestiva attuazione di posti di controllo sulla Strada Provinciale n. 31 bis in direzione di Vercelli.

Alle ore 19:00 circa, il suddetto furgone, avvistato dai militari della Stazione di Trino, forzava il posto di controllo, proseguendo la marcia ed imboccando poco dopo la Strada Provinciale n. 455 in direzione di Tricerro (VC), inseguito dai suddetti militari che riuscivano ad arrestarne la marcia nei pressi di quel centro abitato, con la collaborazione dei colleghi della Stazione di Ronsecco.

Dopo aver identificato il conducente del furgone in SORRENTINO Giuseppe, trovato in possesso, a seguito di perquisizione personale, di una pistola giocattolo replica della Beretta 92 in uso alle Forze di Polizia, un porta tessera recante la scritta Carabinieri ed un tesserino di riconoscimento dei Carabinieri palesemente contraffatto, recante false generalità e la fotografia di uno sconosciuto in uniforme da ufficiale dell’Arma, lo stesso SORRENTINO Giuseppe riferiva spontaneamente ai militari che il furgone era provento di una rapina perpetrata alle ore 17:30 circa in Stroppiana, precisando altresì di aver successivamente colpito il conducente ed averlo abbandonato in un fosso in una località non meglio nota.

Le immediate ricerche della vittima, effettuate anche in base alle sommarie indicazioni fornite dal SORRENTINO Giuseppe, non sortivano alcun esito fino alle ore 21:30 circa successive, allorquando i militari della stazione di Trino Vercellese rinvenivano in un’area boschiva del Comune di Gabiano (AL), il cadavere di FOGLIA Andrea che presentava evidenti ferite inferte con un corpo contundente alla regione occipitale e giaceva prono al suolo.

La refurtiva, quantificata in 7452,60 euro, in monete e banconote di vario taglio, veniva interamente recuperata. Il sopralluogo della scena del crimine veniva effettuato da militari della Sezione Investigazioni Scientifiche del Nucleo Investigativo di Alessandria mentre i rilievi tecnici sul SORRENTINO Giuseppe ed all’interno del furgone venivano effettuati da militari del Nucleo Investigativo di Vercelli. L’arma giocattolo ed il materiale rinvenuto addosso al SORRENTINO Giuseppe venivano sequestrati. L’arrestato, espletate le formalità di rito, veniva infine associato alla Casa Circondariale di Vercelli a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che ha diretto e coordinato le attività per tutta la notte.

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport