Due "latinos" tentano rapina e picchiano barista

Stampa Home
Articolo pubblicato il 23/07/2016 alle ore 14:04.
Due "latinos" tentano rapina e picchiano barista 4
Due "latinos" tentano rapina e picchiano barista 4

Alle ore 6.40 di questa mattina, sabato 23 luglio, due giovani di 20 e 23 anni hanno tentato una rapina ai danni del gestore di un bar "Tre scalini" in pieno centro cittadino a due passi dal municipio. I due, entrambi di origine domenicana, con una sfilza di precedenti penali per reati contro la persona ed il patrimonio hanno atteso che il gestore si recasse a lavoro per l’apertura del bar. Una volta individuato hanno affiancato il titolare e, sotto la minaccia di una bottiglia di birra rotta, hanno tentato di rapinarlo dei suoi averi.

Il commerciante, senza timore, si ribellava ai delinquenti: ne nasceva così una accesa colluttazione che svegliava il padre ed il fratello della vittima che, sentendo le urla, si portavano in soccorso del titolare. I due criminali, tuttavia, non desistevano dal loro intento, ed anzi aggredivano anche gli altri due uomini intervenuti sul posto. Grazie ad una telefonata giunta al 113 ed effettuata dalla fidanzata della vittima - affacciatasi al balcone per assistere alla scena – interveniva tempestivamente la Polizia di Stato con la Squadra Volante che metteva fine all’atto criminoso. Di fronte ai poliziotti i due sudamericani, oramai braccati, non hanno potuto fare altro che arrendersi e consegnarsi agli operanti.

Il titolare dell’esercizio e i familiari, terminata la colluttazione, facevano ricorso alle cure mediche, con prognosi di alcuni giorni.  Condotti presso la “Caserma Bava”, ed espletate le formalità di rito, i due sono stati messi agli arresti per il reato di tentata rapina, aggravata dall’utilizzo di un’arma impropria. Per loro si aprivano le porte del carcere Billiemme e venivano messi a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

 

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport