Domani al via la "Sagra della Rana"

Stampa Home
Articolo pubblicato il 31/08/2016 alle ore 17:35.
Domani al via la "Sagra della Rana" 3
Immagine di repertorio dello staff di cucina della Sagra della Rana

La «Sagra della Rana» di Vercelli compie quarant’anni e si presenta al pubblico con una nuova edizione, che, come sempre, strizza l’occhio alla tradizione.
Da giovedì 1° settembre a domenica 4 ci si potrà togliere la voglia di rane, perché la cucina è pronta a riempire i piatti di chi vorrà assaggiare le prelibatezze proposte. Organizzata come sempre dal «Comitato Folkloristico del Rione Cappuccini», la kermesse si svolgerà come di consueto presso il parco «Baden Powell».
L’edizione numero 40 sarà condita, oltre che dall’ottima cucina, anche dalla musica dal vivo che serata dopo serata, accompagnerà i commensali. Questa edizione sarà come sempre innovativa dal punto di vista del programma e delle proposte musicali, infatti, insieme alla qualità delle band, ci saranno spettacoli di palestre e scuole di danza, sport e animazione per i più piccini, senza tralasciare il lato benefico, con attività a favore di circoli e associazioni, a supporto anche della tragedia che la scorsa settimana ha colpito il centro Italia.
Tutto prenderà il via giovedì alle ore 18.45 con il taglio del nastro, il saluto delle autorità e l’apertura del banco di beneficenza, organizzato dall’oratorio a favore delle opere parrocchiali. La serata proseguirà con uno spettacolo “#dituttounpop”, con «Atomica pop», che riempirà di energia la serata, un gruppo giovane di cantanti, ballerini e showman che saprà coinvolgere il pubblico con uno spettacolo completo e mozzafiato, proponendo il meglio della cultura pop del presente, del passato e del futuro reinterpretato e condensato in uno show dalla natura polimorfa, per poi continuare con un fresco dj set.
Venerdì invece la partenza è fissata per le 21,00 con «Dony e Maddy», ospiti fisse della manifestazione, che lasceranno spazio agli Explosion, band del momento.
Sabato sarà invece la giornata dello sport, iniziando con la XXIII edizione del trofeo ciclistico Mario Marcone, con il Trofeo di calcio per la categoria Veterani dedicato a Bebo Gugino, e proseguendo poi in serata con l’esibizione della palestra «Dreamfit» di Francesca Delfino. E ancora, più tardi, i «Time Travel» lasceranno tutti senza fiato con il loro magnifico spettacolo di luci, video e coreografie.
Giornata invece dedicata alle sorprese quella di domenica: alle 10,00 ci sarà la consueta messa al parco, celebrata dal Mons. Cristiano Bodo, a pranzo si potrà gustare inoltre un ottimo fritto misto alla piemontese. Nel pomeriggio, al parco, giochi, laboratori e animazione per i più piccini, mentre al campo del «Castigliano», si disputa il trofeo «La Rana».
La serata, poi, si aprirà con un’esibizione di danza curata da «Danzarte» e poi l’orchestra con la “O” maiuscola, ovvero l’orchestra di Mirko Casadei.
Non mancherà la torta celebrativa e un grande spettacolo pirotecnico. Il menù, poi, è sempre il fiore all’occhiello della manifestazione e come sempre sarà preparato e curato nei minimi dettagli. «Non mi sembra vero di essere arrivati a festeggiare i 40 anni di una manifestazioni che negli anni si è affermata, è cresciuta e ha visto crescere le varie generazioni che sinergicamente hanno creato questo motore che ha portato la nostra sagra ad essere tra le più longeve della regione. Sono sicuro che anche quest’anno sarà una festa incredibile, all’insegna della convivialità, dell’amicizia, della buona cucina, della tradizione, del divertimento, ma anche della solidarietà. Nel nostro piccolo abbiamo deciso di dare una mano ai terremotati e nelle serate di giovedì e venerdì per ogni piatto di amatriciana servita saranno devoluti 2 euro, mentre domenica pomeriggio ci sarà una raccolta per finanziare i progetti dell’asilo rionale Furno», dice Carlo Petruzziello, presidente del Comitato.

Sofia Starda

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport