Discariche nelle cave: respinto emendamento 5 stelle per limitarle

Stampa Home
Articolo pubblicato il 11/10/2017 alle ore 17:43.
Discariche nelle cave: respinto emendamento 5 stelle per limitarle 3
Discariche nelle cave: respinto emendamento 5 stelle per limitarle 3

Bocciato lo scorso martedì 10 ottobre in Consiglio Regionale dal Pd un emendamento a 5 stelle alla legge omnibus per bloccare la trasformazione in discariche delle ex cave. La proposta pentastellata prevedeva di limitare tale trasformazione entro certi limiti dalle falde acquifere. Un argomento che riguarda da vicino la Velledora che, peraltro, sta ancora aspettando che la Regione emani il famoso "vincolo" nel contesto del piano delle acque che impedirebbe la realizzazione di nuovi impianti nella martoriata zona.

"La modifica di legge, a firma Andrissi e Mighetti - spiegano i Cinque Stelle - era stata concordata anche con amministratori locali del Partito Democratico ed era mirata a scongiurare speculazioni ambientali come quella a cui stiamo assistendo in Valledora dove, con il silenzio della Regione, alcuni privati hanno realizzato imponenti discariche che stanno intaccando pesantemente l'acqua potabile utilizzata dai cittadini della zona. Di recente infatti sono stati chiusi alcuni pozzi di prelievo della valle potabile per la presenza di metalli pesanti e cancerogeni. Abbiamo richiesto di estendere questo criterio di protezione anche alle aree di ricarica della falda profonda, ma la proposta ha ottenuto un'analoga bocciatura. Ancora una volta la Regione, a guida PD, si conferma insensibile alle battaglie in difesa dell'ambiente portate avanti da attivisti, cittadini ed amministratori della Valledora. Ci domandiamo quali siano le logiche a cui rispondono gli esponenti della maggioranza. Le nostre priorità invece sono sempre state molto chiare: siamo e saremo sempre dalla parte della tutela dell'ambiente".

Gianpaolo Andrissi, Consigliere regionale M5S Piemonte
Paolo Mighetti, Consigliere regionale M5S Piemonte

 

 

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport