CRONACA: marocchino evade dai domiciliari. Arrestato poche ore dopo

Stampa Home
Articolo pubblicato il 09/11/2016 alle ore 13:07.
CRONACA: marocchino evade dai domiciliari ma viene riacciuffato  3
Immagine di repertorio

Il 05 novembre, alle ore 02:30, in San Germano Vercellese, i militari della locale Stazione Carabinieri, coadiuvati dai colleghi della Stazione Carabinieri di Casanova Elvo, arrestavano O.M. 19enne, cittadino marocchino residente in Tronzano Vercellese e gravato da pregiudizi penali per reati contro il patrimonio, gli stupefacenti e per inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità, sottoposto agli arresti domiciliari, perché responsabile di evasione. Alle ore 21:00 del giorno precedente, durante un controllo effettuato dagli operanti, il predetto, alla vista dei militari, fuggiva dall’abitazione attraverso la finestra del primo piano, rendendosi irreperibile. Il successivo servizio di osservazione appositamente predisposto consentiva di individuarlo dopo circa tre ore all’ultimo piano del medesimo stabile. L’uomo, notando la presenza dei militari, dava in escandescenze minacciando di lanciarsi nel vuoto, ma veniva prontamente bloccato ed immobilizzato dai militari, nonostante la forte resistenza opposta. L’arrestato, espletate le formalità di rito, veniva quindi trattenuto nella camera di sicurezza della stazione di Santhià in attesa del rito direttissimo. Il 07 novembre, O.M. veniva nuovamente arrestato in esecuzione di un’Ordinanza di aggravamento di misura cautelare emessa dalla Sezione Penale del Tribunale di Novara, che concordava pienamente con le risultanze prospettate dai militari operanti in ordine alla violazione delle prescrizioni impostegli con la precedente misura coercitiva, ultima delle quali l’evasione del 04 novembre. L’interessato veniva quindi associato alla Casa Circondariale “Lorusso e Cutugno” di Torino, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria mandante.

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport