CRONACA: altro pitbull aggressivo

Stampa Home
Articolo pubblicato il 02/11/2016 alle ore 10:35.
CRONACA: altro pitbull aggressivo 3
Immagine d'archivio, non legata ai fatti

Nuovo caso di aggressione di un pitbull, stamane, mercoledì 2 novembre, l'animale ga cercato di azzannare un cagnetto al guinzaglio in corso Gastaldi. Una pattuglia di Vigili Urbani che passava in quel momento lo ha fermato. Non si sa al momento se sia lo stesso cane di cui abbiamo parlato nell'edizione del giornale di lunedì 31 ottobre, quando avevamo raccontato della precedente terribile aggressione di un pitbull, completamente libero, nei confronti di un barboncino al guinzaglio e in compagnia della sua padrona, in corso Libertà nella zona di Porta Milano. 

Questi due episodi, e ce ne sarebbe un terzo ancora da verificare, non sono che le più recent segnalazioni che riguardano i troppi cani che vengono lasciati completamente liberi, per cui non tenuti al guinzaglio, dai rispettivi proprietari.
Accade praticamente in ogni zona della città, con particolare assiduità nelle aree verdi.
Al Parco Kennedy, ad esempio, è prassi quotidiana far correre e sgambare i cani liberamente, tra passanti, bambini, anziani e, soprattutto, altri animali.
Occorre ricordare che esiste un preciso regolamento comunale di Polizia Municipale che obbliga l'utilizzo del guinzaglio e, in alcuni casi, addirittura quello della museruola.
Pare invece che molti padroni con la scusa del classico “il mio cane è bravo...” oppure de “il mio cane è socievole...” , se ne freghino altamente della disposizione.
Molti cittadini, per citare un caso ma potremmo elencarne molti altri, ci hanno segnalato di un pitbull che scorrazza liberamente in ogni parte della città al fianco del suo legittimo proprietario con tutti i pericoli del caso e che lo stesso “padrone”, quando ripreso, ha fatto spallucce. 

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport