COSTRUIRE LA PACE: Fulvio Scaglione in Seminario

Stampa Home
Articolo pubblicato il 16/11/2016 alle ore 10:39.
COSTRUIRE LA PACE: Fulvio Scaglione in Seminario 3
COSTRUIRE LA PACE: Fulvio Scaglione in Seminario 3

Fulvio Scaglione a Vercelli con il suo ultimo libro: ”Il patto con il diavolo”. Il giornalista, inviato di guerra sui fronti più caldi, sarà in Seminario giovedi 17 novembre alle ore 21 in aula magna. L’Associazione Nova Jerusalem invita all’incontro promosso da MEIC e Ufficio Pastorale Universitaria.

Il libro di Scaglione parla del disastro umanitario in atto sull'altra sponda del Mediterraneo e che non può non riguardarci.
«Il Medio Oriente brucia le sue città, disperde i suoi popoli , cerca invano tregua a immense tragedie. L’Europa non è immune, né estranea, né lontana dagli esiti disperati di tanta distruzione. Nessuno di noi lo è. Dobbiamo informarci e capire come aiutare a fare pace».


Nella prima inchiesta che ha il coraggio di affrontare a fondo le responsabilità dell'Occidente, Fulvio Scaglione - che ha vissuto da inviato tutti i conflitti che hanno generato l'attuale crisi mediorientale, dalla Cecenia all'Afghanistan fino all'Iraq - racconta i clamorosi errori di valutazione, gli affari non sempre limpidi, le alleanze sbagliate a tradite, e mette a nudo ciò che potevamo fare e che invece non abbiamo fatto per evitare questa sanguinosa radicalizzazione. Dalle fratture ereditate dalle politiche coloniali ai danni causati con la rovinosa "guerra al terrore", dalla visione superficiale sull'lsis e la sua organizzazione all'unione di politica e interessi che ha determinato le strategie in Medio Oriente, Scaglione passa in rassegna la lunga lista di disastri in cui ci siamo impantanati. E mette in discussione le basi su cui abbiamo fondato le nostre scelte, a partire dall'illusione di poter "esportare la democrazia" e imporre in ambiente islamico usi e costumi occidentali: perché, al di là della propaganda, "i tentativi di travasare i riti della nostra democrazia hanno sempre prodotto dei mostri politici".

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport