CONCORSO VIOTTI: dal Comune 10.000 euro per il Canto

Stampa Home
Articolo pubblicato il 12/10/2016 alle ore 14:46.
CONCORSO VIOTTI: dal Comune 10.000 euro per il Canto 3
La presentazione del 67° Concorso Viotti

Settanta cantanti lirici provenienti da tutto il mondo stanno per arrivare a Vercelli per la 67esima edizione del Concorso Viotti, dedicato al Canto, che si terrà dal 21 al 29 ottobre.

Tre le principali novità emerse dalla presentazione dell'evento: il Comune di Vercelli finanzia il secondo e terzo premio, rispettivamente da 6000 e 4000 euro, in aggiunta ai 15.000 euro del primo premio come sempre offerti da Fondazione Crv e, in virtù di un accordo preso lo scorso anno, il vincitore/vincitrice avrà a disposizione una scrittura per un'opera del cartellone del teatro “Carlo Felice” di Genova, uno dei templi della lirica italiana. Infine il Rotary Club Vercelli sostiene l'evento con un contributo di 3.000 euro.

«Fra i 70 ammessi – spiega la presidente della Società del Quartetto Maria Arsieni Robbone - i più numerosi sono i coreani ma ci sono anche concorrenti dagli Usa, Russia, Giappone e altre nazionalità. Abbiamo fra questi dei grandi talenti, per cui credo che sarà un'edizione ricca di emozioni».

Dal punto di vista prettamente artistico la novità di quest'edizione del Canto è che si è abbassata la soglia massima di età, fattore importante perché focalizza l'attenzione della giuria su interpreti più giovani, che hanno davanti una carriera aperta, e si aumenta la già altissima probabilità che chi esce dalla finale del Civico sia destinato in breve a ripercorrere i passi di illustri predecessori, quali Mirella Freni, Luciano Pavarotti, Piero Cappuccilli, Renato Bruson e molte altre star.

«Chi esce dal nostro Concorso esce con solide garanzie» ha sottolineato il maestro Pietro Borgonovo, direttore artistico.

Di grande livello internazionale la giuria, composta da: Chris Merrit (Usa), William Matteuzzi (Italia), due interpreti leggendari del non facile repertorio Rossiniano, Udo Gefe (Germania), Francesco Andolfi (Italia), Racz Marton (Ungheria), Johann Casimir Eule (Germania).

Oltre ai tre premi principali e alla scrittura con il “Carlo Felice”, sono in palio diversi riconoscimenti. Il premio del Pubblico da 1.000 euro, il Premio Soroptimist, sempre 1.000 euro, per la migliore interprete femminile, il Premio Carlo Gozzelino, 1.000 euro, alla voce maschile finalista più meritevole.

Attori fondamentali del Concorso sono anche l'Università del Piemonte Orientale, che affiancherà un tutor ai concorrenti per aiutarli nel loro soggiorno, e il Museo Borgogna, che offre la sua sala grande per il concerto inaugurale.

Questo il programma.

Il prologo è in due puntate: sabato 15 ottobre alle ore 17 al Circolo Ricreativo di Via Galileo Ferraris con il musicologo Giovanni Tasso e il maestro vercellese Massimo Viazzo, tema “Winterreise – L'inverno dell'anima”, dedicato alla celebre opera di Schubert che sarà eseguita poi mercoledì 19 ottobre al Museo Borgogna (ore 21) proprio da Massimo Viazzo e dal Baritono Furio Zanasi,

Il Concorso Viotti prenderà le mosse il 21 ottobre alle ore 17, quando al Rettorato dell'Università è prevista la cerimonia di accoglienza dei concorrenti. Alle 18,45 il concerto inaugurale al museo Borgogna con l'esibizione del pianista Mizuka Kano.

Sabato 22 ottobre dalla ore 10 (teatro Civico) prima prova al mattino e pomeriggio, stesso programma per il giorno 23 e 24.

Al termine della prima ondata saranno selezionati 24 artisti per le Semifinali, in programma martedì 25 e mercoledì 26 ottobre sempre al Civico dalle 15 in poi.

La finalissima sarà sabato 29 ottobre dalle 20,30 con l'Orchestra Sinfonica del Teatro Carlo Felice di Genova, diretta dal maestro Valerio Galli. Mozart sarà il compositore obbligatorio, abbinato ad arie scelte dai concorrenti.

 

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport