Cigliano, sventato furto da carabinieri e vigile del fuoco fuori servizio

Stampa Home
Articolo pubblicato il 05/07/2016 alle ore 17:53.
Cigliano, sventato furto da carabinieri e vigile dl fuoco fuori servizio 3
Immagine di repertorio

Il comunicato integrale dei carabinieri

Il 4 luglio, in Cigliano, i militari della locale Stazione Carabinieri arrestavano, in flagranza di reato S.P., 40enne e G.Z., 58enne di origine siciliana, gravato da pregiudizi penali per reati contro il patrimonio, entrambi residenti in Torino, perché responsabili, in concorso tra loro, di rapina aggravata.
Alle ore 20:00 circa del 3 luglio, non appena la commerciante aveva fatto rientro presso la propria abitazione al termine della giornata lavorativa trascorsa nell’esercizio di proprietà, i due rapinatori attendevano che medesima scendesse dalla propria Fiat 500 e quindi la immobilizzavano afferrandola al collo e scaraventandola a terra, salendo, subito dopo sulla stessa Fiat 500, ove erano custoditi documenti contabili ed una valigetta contenente l’incasso della giornata ammontante a circa 25.000,00 euro, dileguandosi per le vie circostanti.
In quel frangente, un militare della locale Stazione Carabinieri libero dal servizio, transitava con la propria auto privata innanzi all’abitazione della commerciante e la notava all’esterno mentre la stessa invocava aiuto.
Precipitatosi sul posto, dopo aver appreso dalla stessa quanto accaduto, senza attendere oltre, il militare si poneva subito sulle tracce dei due rapinatori, informando contestualmente il proprio superiore diretto, anch’egli in quel momento libero dal servizio, che immediatamente si attivava per raggiungerlo.
Durante la fuga, un Vigile del Fuoco residente a Cigliano che conosceva la proprietaria della Fiat 500, notando la vettura con a bordo due sconosciuti, cercava di ostacolarne la fuga cagionando strumentalmente un incidente con la propria auto privata.
Pertanto, consapevoli dell’impossibilità di dileguarsi con la Fiat 500, i due malviventi abbandonavano la vettura dandosi alla fuga a piedi, sempre caparbiamente inseguiti dal Carabiniere e dal Vigile del Fuoco, ma venivano bloccati dal maresciallo comandante interinale della Stazione di Cigliano, pure libero dal servizio, che nel frattempo era giunto in ausilio dell’altro militare.
Immediatamente dopo l’arresto, i militari operanti rinvenivano un sacchetto che poco prima i rapinatori avevano gettato dal finestrino della Fiat 500, contenente un paio di guanti in pelle nera, uno strofinaccio imbevuto di etere etilico, una bottiglietta di etere, una macchina fotografica e due cappellini.
Sono tuttora in atto ulteriori approfondimenti investigativi. L’intera refurtiva veniva restituiti alla legittima proprietaria. Gli arrestati, espletate le formalità di rito, venivano associati alla Casa Circondariale di Vercelli a disposizione della locale Autorità Giudiziaria.

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport