Ci sono soldi per chiese e monumenti

Stampa Home
Articolo pubblicato il 28/04/2016 alle ore 11:51.
Ci sono soldi per chiese e monumenti 3
Immagine d'archivio

Importante occasione da non perdere per amministrazioni pubbliche e non solo. Ma bisogna sbrigarsi a redarre i progetti. È infatti aperto fino al 30 giugno il bando “Restauri Cantieri Diffusi” della Fondazione CRT, che mette a disposizione fino a 40.000 euro di contributi per ogni intervento di recupero di beni storici, artistici e architettonici di particolare pregio e valore in Piemonte e Valle d'Aosta, garantendone così la tutela, il mantenimento in buone condizioni e la fruizione da parte del pubblico.

Per il 2016 la Fondazione CRT intende sostenere in via prioritaria i lavori di restauro e consolidamento delle cappelle campestri diffuse sul territorio rurale, nonché il recupero di beni mobili quali, in particolare, tele, organi, statue, arredi lignei, beni librari. Tenuto conto di queste priorità, saranno valutati anche gli interventi di restauro e risanamento conservativo di altri beni immobili tutelati di rilevante valore storico, culturale.

Potranno partecipare al bando enti pubblici o religiosi, associazioni, fondazioni, musei, comitati ed enti senza scopo di lucro: le domande di contributo dovranno riguardare beni mobili o immobili sottoposti a tutela, per i quali siano già stati predisposti progetti definitivi/esecutivi autorizzati dalle Soprintendenze e cantierabili entro un anno.  A Vercelli questo bando ha permesso i restauri dell’abside della Rettoria di Santa Maria Maggiore.

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport