BONO (M5S): "Sterilizzante cancerogeno negli ospedali piemontesi"

Stampa Home
Articolo pubblicato il 05/04/2017 alle ore 17:58.
BONO (M5S): "Sterilizzante cancerogeno negli ospedali piemontesi" 3
Davide Bono

Tettarelle e biberon sterilizzate con ossido di etilene (sostanza cancerogena) negli ospedali piemontesi, questa l'inquietante denuncia di Davide Bono, Capogruppo regionale M5S Piemonte e Vicepresidente Commissione regionale Sanità.

"Cosa fa la Regione? - domanda Bono - Abbiamo portato il caso in Consiglio regionale interrogando l'assessorato alla Sanità che ha annunciato l'intenzione di rivolgere a sua volta uno specifico quesito al Ministero e di adeguarsi in base alle indicazioni ottenute. La vicenda è piuttosto preoccupante ed è stata riportata alla ribalta da un'inchiesta del programma Report. Il direttore generale dell'ASL CN2, intervistato in merito, ha ammesso candidamente di non sapere nulla. Eppure stiamo parlando di una sostanza tossica per inalazione e cancerogena, un materiale vietato già dal 2011 in Francia. Nel 2015 il Ministero della Salute italiano aveva redatto un documento in cui si aderiva alla posizione francese, limitando l'uso delle tettarelle e biberon sterilizzate con etilene solo a casi di emergenza neonatale o terapia intensiva, senza però ufficializzarlo e trasmetterlo alle Regioni. Auspichiamo sia fatta piena chiarezza nel più breve tempo possibile affinché il Piemonte ed il nostro paese prendano coscienza del caso delineando soluzioni immediate. Chiederemo conto del documento inviato al Ministero e della risposta ricevuta. I neonati e le loro famiglie non possono correre rischi così elevati".

 

 

 

 

 

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport