Anni Sessanta in Musical per trasformare lacrime in sorrisi!

Stampa Home
Articolo pubblicato il 31/08/2016 alle ore 16:16.
Anni Sessanta in Musical per trasformare lacrime in sorrisi! 3
Da sinistra: Giuseppe Ferraris e Adriano Greppi

Tutto nasce dal progetto “Fiabe di riso”, che ha permesso di raccogliere 27.000 euro nel 2015 da parte di “Liberi di scegliere” Onlus, a gennaio erano già investiti nel progetto “Trasformiamo una lacrima in un sorriso”, 11 percorsi personalizzati per disabili over 18 che hanno così avuto la possibilità, con il sostegno di personale altamente qualificato, di uscire di casa, fare esperienze, imparare qualcosa e sentirsi accolti dalla società. Poi a dare la spinta, come hanno ricordato il presidente dell'associazione Adriano Greppi e Giuseppe Ferraris è stata la richiesta delle famiglie di una prosecuzione oltre l'anno inizialmente proposto, e così è nata una nuova “campagna” che avrà uno dei suoi principali appuntamenti sabato 24 settembre al teatro Civico, con il musical di Eleonora Cortello “Welcome to the 60's” ispirato al film “Hairspray” con John Travolta portato in scena dalla compagnia Elsabel (attiva a Casale ma anche a Trino) e con la partecipazione del coro “The Joy singers choir”. Biglietti a 15 euro, prevendite direttamente alla Libreria dell'Arca oppure telefonicamente al 338-9696607. Ci sarà tempo per illustrare meglio lo spettacolo, per ora c'è da fidarsi da quanto detto dall'associazione vercellese: “Il musical manca da diversi anni da Vercelli e noi ci siamo subito innamorati di questo spettacolo, ci sarà da divertirsi un sacco”. Senza contare che si fa anche del bene, e quanto bene si faccia l'hanno ricordato i due “globe trotter” della solidarietà Greppi & Ferraris nel ricordare cosa gli dà la carica: “Vedere le lacrime di sollievo di una coppia anziana che dopo molti anni riesce ad uscire di casa e finalmente può farlo, vedendo il proprio figliolo 40enne coinvolto in attività per lui molto importanti”. Per cui i vercellesi non possono dire di no, il Civico va riempito. Da seguire dunque ciò che hanno fatto i tanti sponsor che sono Comune e Provincia di Vercelli e poi nell'ordine, e li citiamo tutti: Gruppo Nuova Sa-car, Interser, Leo e Lions Club Vercelli, Vespa Club Vercelli, Centro Territoriale Volontariato, LG Trino, Festival musicale “Giovani Aironi” (che devolverà il ricavato della finale del contest) e tantissimi privati: Ottica Gm, Maurizio Girardi private banker Fideuram, Coro “Le voci del cuore”, Giovannini, Lavasecco Liliana, fiori e piante Fabio e Patrizia, Pasticceria Godino. Da non dimenticare i main sponsor del progetto “Trasformiamo una lacrima in un sorriso” che sono le Fondazioni Crt, Crv e Compagnia di San Paolo, mentre la Bpn aveva dato un contributo per “Fiabe di riso”. Ancora una volta, e come ha insegnato il grande progetto portato ad Expo 2015, “Liberi di scegliere” fa squadra e rete ed è anche molto trasparente, come si può constatare sul loro sito.

 

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport