ALLERTA MALTEMPO: rischio alluvione in Piemonte

Stampa Home
Articolo pubblicato il 23/11/2016 alle ore 11:13.
ALLERTA MALTEMPO: rischio alluvione in Piemonte 3
La cartina delle criticità alle ore 9 del 23 novembre

Alle ore 9 di questa mattina il sito Arpa Piemonte ha diramato un aggiornamento di Allerta Meteo. La situazione sta diventando complicata e le previsioni non promettono nulla di buono anche per domani, giovedì 24 novembre, mengre per venerdì, anche se il tenpo resterà brutto, non dovrebbe piovere sul Vercellese. Significativo innalzamento dei fiumi Bormida e Tanaro e, in misura minore, anche dei bacini di nostro interesse: Sesia, Cervo ed Elvo.

Le precipitazioni saranno intense e persistenti, in particolare sul Piemonte settentrionale ed occidentale, dove andranno ulteriormente ad intensificarsi nella seconda parte della giornata del 23 novembre. I valori massimi attesi sulle zone pedemontane del Canavese, alto Torinese, Pinerolese supereranno i 100 mm nella seconda parte della giornata. Sulle zone dell’alto Tanaro i valori massimi attesi sono di poco inferiori.

Ecco il testo dettagliato dell'allerta. Gli aggiornamenti possono essere seguiti direttamente sul sito dell'Arpa www.arpa.piemonte.gov.it oppure su twitter all'hashtag #allertameteoPIE

Continua la presenza di una vasta area di bassa pressione estesa fino al nord Africa che, nel corso della giornata odierna, andrà a isolare un minimo chiuso centrato sulla Penisola Iberica. Questa struttura apporta ancora intensi flussi umidi e perturbati sul Piemonte che determinano condizioni di forte maltempo su tutta la regione.

Le precipitazioni proseguite nel corso della notte hanno interessato in particolare il settore meridionale tra cuneese ed alessandrino al confine con la Liguria con massimi in 12 h di 158 mm a Piampaludo (SV) e 104 a Settepani (SV), ed a nord tra biellese e vercellese con  78 mm a Trivero (BI) e 72 mm a Borgosesia (VC).

 Fiumi ed effetti al suolo: Si è registrato un innalzamento dei livelli idrometrici del reticolo secondario e principale nelle alte valli dei bacini idrografici del Fiume Tanaro, in particolare a Garessio (CN) e Ponte di Nava (CN) e del Bormida: in particolare il Torrente Erro ha superato i livelli di guardia a Cartosio (AL). Il Torrente Orba è ridisceso nelle prime ore della mattinata odierna al di sotto dei livelli di guardia e anche il livello del Tanaro a valle di Alessandria è rimasto al di sotto dei livelli di guardia. Un lieve innalzamento ha interessato anche nei settori settentrionali nei bacini dello Stura di Lanzo, dell’Orco, della Dora Baltea, del Toce e con incrementi più marcati in quelli del Sesia e dei suoi contribuenti Elvo, Sessera, Cervo.

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport