A Vercelli l'esame per i dottori di ricerca in chimica e biologia

Stampa Home
Articolo pubblicato il 21/03/2017 alle ore 15:27.
A Vercelli l'esame per i dottori di ricerca in chimica e biologia 3
Immagine di repertorio

Si concluderà mercoledì 29 marzo, con il previsto esame finale dei dodici dottorandi ammessi, il primo ciclo del Dottorato di ricerca in “Chemistry & Biology” dell’Università del Piemonte Orientale, coordinato dal professor Domenica Osella, docente ordinario di Chimica generale.

La prova finale del corso si svolgerà a partire dalle 9:15 nella sala conferenze del palazzo del Rettorato a Vercelli, in via Duomo 6.

Al termine, la Commissione proporrà al Magnifico Rettore la proclamazione dei Dottori che avranno superato la prova: riceveranno quindi il titolo di Dottore di Ricerca e la pergamena ufficiale nel corso della tradizionale Giornata del Dottorato di Ricerca, il prossimo autunno.

Il Dottorato in Chemistry & Biology raggruppa quattro preesistenti corsi, due del Dipartimento di Scienze e Innovazione Tecnologica di Alessandria, in Scienze chimiche e in Scienze ambientali, e due del Dipartimento di Scienze del Farmaco di Novara, in Scienze delle sostanze bioattive e in Biotecnologie farmaceutiche e alimentari.

La scelta di ospitare l’esame finale a Vercelli vuole da un lato simboleggiare la fusione di tali corsi, dall’altro si pone in linea con il sempre maggiore consolidamento del polo scientifico vercellese, che nel Complesso Universitario San Giuseppe ospita i corsi di laurea in Scienze

biologiche, Scienza dei materiali e Informatica.

«Le discipline della biologia e della chimica –sottolinea il professor Osella – sono sottoposte a significative e convergenti trasformazioni grazie all’ impatto di tecnologie sempre più avanzate. Le ricerche all’interfaccia “chimica-biologia” sono all’avanguardia e fonte di innovazione in svariati ambiti che vanno dalla comprensione a livello molecolare del funzionamento dei sistemi viventi, alla scoperta e sviluppo di nuove molecole e materiali con applicazioni in campo terapeutico e diagnostico, sino ad applicazioni molto significative nelle tematiche energetiche, ambientali e della nutrizione. I futuri dottori di ricerca disquisiranno nelle loro relazione finale proprio su queste tematiche».

«Inoltre – ha concluso il Professore – a livello personale, questa giornata mi coinvolge in modo particolare, poiché va a concludere, in vista della prossima pensione, il mio impegno come coordinatore che, tra il dottorato di Scienze Chimiche e l’attuale, mi ha coinvolto ininterrottamente per 15 anni».

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport