1800 EURO PRO TERREMOTATI: Versati alla Cri dai giochi di ruolo a Quinto e Coop Capas

Stampa Home
Articolo pubblicato il 30/09/2016 alle ore 15:12.
1800 EURO  PRO TERREMOTATI: Versati alla Vri dai giochi di ruolo a Quinto e Coop Capas 3
1800 EURO PRO TERREMOTATI: Versati alla Vri dai giochi di ruolo a Quinto e Coop Capas 3

Più di 1.200 euro per le popolazioni terremotate sono stati raccolti, lo scorso fine settimana, grazie alla manifestazione ludica e di intrattenimento che si è svolta al castello di Quinto Vercellese.

L’organizzazione è stata curata dai gruppi “La Stanza dei Sogni” e “Vendemmiatori Implacabili” e si sono registrati quasi mille ingressi nei due giorni; oltre 50 i tavoli da gioco, che hanno continuato ad essere attivi con pochissime pause.

La domenica è stata distribuita una “Amatriciana per Amatrice”, il cui ricavato è stato devoluto interamente al conto corrente della Croce Rossa Italiana dedicato ai terremotati del centro Italia.

“Siamo particolarmente orgogliosi della riuscita della manifestazione – commentano gli organizzatori – Grazie alla preziosa collaborazione della Pro Loco di Stroppiana, il pranzo solidale ha permesso di raccogliere 1.008,45 euro, ai quali vanno aggiunti i 70 euro del Bar d’Italia e i 170 di Gelatomania di Barbara Defendini, presenti alla giornata con i loro stand”. Al Castello di Quinto, il Comitato di Vercelli della Croce Rossa Italiana era rappresentato da alcuni volontari, che ringraziano sentitamente per questa nuova dimostrazione di generosità. “E’ un grande risultato – dice, a nome di tutti, Stefano Roncaglia – la C.R.I. è davvero riconoscente a tutti coloro che hanno dato il loro contributo a questa causa”. Da segnalare anche il versamento di 600 euro, da parte della cooperativa C.A.P.A.S. - sempre sul conto corrente di Croce Rossa per i terremotati del centro Italia – che ha generosamente scelto di devolvere in beneficenza quanto incassato al Bar dello Stadio, del “Silvio Piola”, in occasione di una partita della Pro Vercelli.

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport