SERVIZI SCOLASTICI: 500 firme contro il Comune

Stampa Home
Articolo pubblicato il 20/10/2016 alle ore 14:31.
SERVIZI SCOLASTICI: 500 firme contro il Comune 3
Brusco con i rappresentanti del comitato genitori

Cinquecento firme di genitori vercellesi contro l'aumento dei corsti dei servizi scolastici comunali sono state depositate questa mattina, come annuncia il consigliere comunale dei 5 stelle Adriano Brusco:

"Considerato che dopo la delibera di giunta 331 del 23-9-16 non è cambiato nulla - annota l'esponente pentastellato - quindi è rimasto l’aumento del 257% delle tariffe, anzi ad oggi ha portato i primi frutti, cioè una riduzione degli iscritti al servizio, perché le famiglie hanno rinunciato, loro malgrado, a causa del costo eccessivo, soprattutto perchè non si tiene conto del numero dei figli a carico.
Dopo il primo incontro del sette ottobre, avuto con l’Assessore all’Istruzione e Politiche Giovanili, non abbiamo ancora visto nessuna proposta da parte di questa amministrazione, in attesa che il 25 di ottobre, ci siano delle proposte concrete, e soprattutto una riduzione delle tariffe,
questa mattina il sottoscritto, insieme al comitato dei genitori, hanno depositato al protocollo del comune 502 firme, indirizzate al sindaco alla giunta, ed ai consiglieri comunali, per chiedere: di ridurre l’aumento delle tariffe; di effettuare un aumento delle stesse in base all’indice istat; di valutare la possibilita’ di modulare le tariffe secondo i paramentri isee; di adeguare il numero minimo per l’attivazione dei servizi, richiedendo un numero proporzionato al numero totale degli alunni iscritti presso ciascun plesso scolastico; di provvedere ad una riduzione della tariffa dal secondo figlio iscritto in poi; di consentire la possibilita’ di beneficiare dei servizi anche attraverso il pagamento degli stessi mediante “vouchers” per coloro che li utilizzano in modo saltuario. 

Con la speranza che questa Giunta e i consiglieri comunali per una volta tengano
conto delle richieste che arrivano dalle famiglie vercellesi".

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport