ROTONDA DEI CACTUS: fa schifo ed è pericolosa

Stampa Home
Articolo pubblicato il 22/11/2016 alle ore 11:19.
ROTONDA DEI CACTUS: fa schifo ed è pericolosa 2
Pietro Bondetti posa al centro della contestata rotonda

Torniamo ad occuparci della singolare "rotonda dei cactus" di cui avevamo già detto a livello di curiosità, ma il politico valsesiano Pietro Bondetti rileva tutta una serie di incongruenze e anche un possibile rischio in caso di incidenti. Ecco la sua nota:

"Percorrendo la strada provinciale 594, che collega la Valsesia a Vercelli non si può fare a meno di notare, all’altezza dell’uscita di Ghislarengo, una rotonda che poco si inserisce per le installazioni presenti, nel contesto paesaggistico del luogo! Infatti al suo interno sono stati posizionati dei CACTUS!!! Da dove provengono? A chi è venuta questa brillante idea di promuovere il territorio della Baraggia, terra del riso, con dei cactus simbolo di terreno arido? Francamente la scelta disorienta e va quanto meno spiegata, senza contare che i cactus in questione sono sagome di ferro appuntite, quindi anche pericolose se vengono accidentalmente urtate. Come mai la nuova Provincia di Vercelli 2.0 ha autorizzato ciò? Ha consultato prima la Commissione Paesaggistica? Ha pensato forse di abbellire con i cactus il nostro bel ambiente naturale dove le risaie sono la caratteristica prevalente? Non è certo questo il modo di promuovere il nostro territorio e i suoi prodotti, credo che sarebbe meglio pubblicizzare degnamente il riso e con ciò valorizzare il lavoro di tanti agricoltori che portano avanti la tradizione risicola vercellese… i cactus possono essere tranquillamente  rimandati al loro paese!"

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport