RICORDANDO EGIDIO ARCHERO. Diabete: diamo una speranza al futuro

Stampa Home
Articolo pubblicato il 14/10/2016 alle ore 15:21.
RICORDANDO EGIDIO ARCHERO. Diabete: diamo una speranza al futuro 3
Un dipinto di Francesca Matera che ritrae Egidio Archero

Domani, sabato 15 ottobre, è in programma un importante convegno promosso dall'associazione Diabetici della Provincia di Vercelli "Prof. Egidio Archero". "Diabete: diamo una speranza per il futuro" è il tema della giornata (dalle 9,30 fino alle 18) che vedrà sfilare al Seminario Arcivescovile medici esperti di ogni apsetto clinico della malattia. Il tutto nel ricordo di Egidio Archero. Come pro memoria ripubblichiamo l'articolo di presentazione fatto dal nostro giornale.

Un anno fa, in un assurdo incidente stradale a Roma perdeva la vita Egidio Archero. Un uomo che ha dato tanto alla nostra comunità, soprattutto come anima dell’Associazione Diabetici della Provincia di Vercelli che ora è intitolata proprio a lui. I suoi compagni di strada di una vita organizzano per ricordarlo e per proseguire nell’opera capillare di informazione medicia per i circa 12.000 diabetici della provincia, organizzano un interessante convegno dal titolo «Diabete: diamo una speranza al futuro».
Il convegno, in programma per sabato 15 ottobre, presso il Seminario Arcivescovile, inizierà alle ore 10 e sarà suddiviso in due sessioni (mattino e pomeriggio) nelle quali si alterneranno diversi esperti del settore. Farà da presentatore-moderatore Pino Ferraris.
Al termine, alle ore 18,30 verrà celebrata una Santa Messa in Duomo, in ricordo di Egidio.
Questo il programma completo dell’evento.
Si comincerà alle ore 9,30 con la registrazione dei partecipanti.
Inizio dei lavori alle ore 10 con il saluto delle autorità.
Seguiranno gli interventi specifici.
Ore 10.30 -11.00: «La Fisiopatologia del Diabete Mellito tipo 2 e nuove prospettive terapeutiche» con Federico Baldi, Direttore S.C. Endocrinologia e Diabetologia ASL Vercelli
Ore 11.00-11.30: «La gestione del paziente diabetico mellito in età pediatrica», a cura della dottoressa Michela Trada, diabetologa pediatrica.
Ore 11.45 -12.15: «La retinopatia diabetica» a cura del dottor Germinetti, direttore S.C. Oculistica ASL Vercelli.
Ore 12.15 -12.45: «Il cibo dell’uomo» con il dottor Riso Responsabile di Dietologia, ASL Vercelli e fresco «Pannocchia di riso d’oro» della Famija Varsleisa proprio per l’utilizzo del riso (!) nella dietologia.
Ore 12.45 -13.15: «Il diabete in gravidanza», interverrà la dottoressa Vitocolonna, responsabile del Reparto di Diabetologia del Policlinico di Chieti.
Dopo la pausa lunch delle 13,30 i lavori riprenderanno alle ore 15 per la presentazione e premiazione del logo dell’Associazione diabetici della Provincia di Vercelli a cura del direttivo locale. Saranno premiati due studenti del Liceo Artistico.
I lavori veri e propri riprederanno dalle 15.30 alle 16, con l’intervento: «Accettazione del cambiamento della malattia cronica nel paziente diabetico» a cura del Presidente nazionale Fand Albino Bottazzo.
Alle 16 sarà il momento tanto e commovente in cui sarà consegnato il primo Premio Nazionale FAND intitolato ad Egidio Archero che ha permesso di destinare 5.000 euro al progetto del pancreas artificiale nell’età pediatrica.
A seguiire intervento di Ivana Rabbone Dirigente Medico della Struttura di Diabetologia Pediatrica della Città della salute di Torino sul tema del progetto.
Alle ore 16.30: «Il sostegno psicologico nel paziente diabetico» a cura della dottoressa Colombari, responsabile 5.5. di Psicologia ASL Vercelli.
A seguire verrà illustrato il progetto di percorso integrato della gestione del paziente diabetico a cura delle dottoresse Di Paola e Guglielmucci.
Alle 17 intervento «L’importanza della prevenzione nel piede diabetico», relatore Luca Monge, Responsabile del Centro Cura del Piede Diabetico della Città della Salute di Torino.
Ultimo intervento specialistrico alle ore 17,30: «La terapia educazionale nel piede diabetico a cura della CPSE della S.C. di Endocrinologia e Diabetologia dell’ O.C. S. Andrea di Vercelli Ombretta Olivetti; seguirà l’intervento dell’infermiera Angela Ceraso, che parlerà degli aspetti vulnologici relativi al piede diabetico.
I lavori si chiuderanno alle 18.
Per informazioni: 347 7986017, valter.manzini@libero.it

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport